Due le vittime del fuoripista  in provincia di Sondrio:  muore anche un turista belga
Il Soccorso Alpino di Livigno impegnato nella ricerca di una persona travolta da una valanga

Due le vittime del fuoripista
in provincia di Sondrio:
muore anche un turista belga

La seconda tragedia a Livigno dopo lo snowboarder morto in Valfurva

Salgono a due le vittime della neve ieri in provincia di Sondrio. Oltre al turista varesino che ha perso la vita in mattinata per una caduta con lo snowboard facendo del fuoripista in Valfurva, è deceduto anche un ragazzo belga di 24 anni - B.L. le iniziali - sempre con lo snowboard, ma questa volta a Livigno. L’incidente in questo caso è del tardo pomeriggio ed è avvenuto nella zona di Livigno. Il giovane ra con un amico. A un certo punto i due hanno deciso di abbandonare la pista per spostarsi in un’altra area e hanno attraversato un canale. L’amico è partito in discesa, il ragazzo invece è rimasto indietro; aveva qualche problema al ginocchio e quindi l’amico ha pensato che potesse avere ritardato per questo motivo. Quando l’attesa è diventata più lunga del previsto ha allertato i soccorsi. L’intervento è quindi partito come ricerca di persona dispersa. Impegnati il Soccorso alpino della VII Delegazione Valtellina - Valchiavenna, stazione di Livigno, e il Sagf - Soccorso alpino Guardia di finanza. I soccorritori hanno esaminato alcuni canali nella zona indicata e in uno di questi hanno trovato il giovane, senza vita, sotto un paio di metri di neve. Una valanga di piccole dimensioni lo aveva travolto. Il corpo è stato recuperato e portato a valle.


© RIPRODUZIONE RISERVATA