Dopo le nevicate è allerta valanghe: dal pericolo 2 Moderato al 3 Marcato
Splendidi scenari invernali, ma dopo le recenti nevicate occorre essere cauti

Dopo le nevicate è allerta valanghe: dal pericolo 2 Moderato al 3 Marcato

«La perturbazione ha determinato precipitazioni nevose fino a 600-800 m di quota con spessori di 15-25 cm di neve fresca intorno a 2000 m» scrivono dall’Arpa .

Dopo le nevicate, l’allerta valanghe. Lo riferisce il Centro Nivometeorologico di Arpa Lombardia, che si trova nella sede di Bormio, nel bollettino diffuso ieri. «La perturbazione ha determinato precipitazioni nevose fino a 600-800 m di quota con spessori di 15-25 cm di neve fresca intorno a 2000 m - scrivono dall’Arpa - . Oltre il limite del bosco la nuova neve e la neve recente della scorsa settimana (complessivamente 50-70 cm) viene ancora ridistribuita dall’attività eolica in atto, da moderata a forte, che la depone nelle zone preferenziali all’accumulo. In canali ed avvallamenti, nonché sui pendii in prossimità delle creste e dorsali, significativi e soffici lastroni poggiano su strati deboli e scarsamente consolidati. Su molti pendii ripidi il distacco di lastroni è possibile al passaggio di un singolo sciatore od escursionista; sono inoltre probabili distacchi di valanghe spontanee a debole o media coesione, anche di reptazione, di piccole e medie dimensioni; su ampi pendii non sono da escludere singole grandi valanghe. Il pericolo va dal 2 Moderato sulle Prealpi Occidentali al 3 Marcato su restanti settori.

Intanto oggi è previsto un temporaneo miglioramento al Nord, «tuttavia la tregua sarà breve perché una nuova perturbazione atlantica avanzerà da Ovest portando a un primo peggioramento notturno sul Nordovest. Tra mercoledì e giovedì il maltempo si estenderà progressivamente al resto della Peniso - spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara -. Farà anche abbastanza freddo, il tutto ancora una volta accompagnato da un generale rinforzo dei venti, con raffiche di oltre 70-80km/h sui mari. Questa situazione molto dinamica e instabile ce la porteremo dietro almeno fino a venerdì prossimo, poi nel weekend l’alta pressione potrebbe tentare una graduale rimonta, ma nel frattempo il clima si dovrebbe mantenere freddo per venti dai Balcani», conclude


© RIPRODUZIONE RISERVATA