Dopo Delebio, scoperta un’altra discarica a Piantedo
Qualcuno si è liberato così di oggetti e mobilio da buttare

Dopo Delebio, scoperta un’altra discarica a Piantedo

Sabato mattina i frequentatori del sentiero hanno segnalato l’accumulo di spazzatura.

Una nuova discarica, a poco più di un chilometro di distanza da quella segnalata dal comune di Delebio ai carabinieri, è stata rinvenuta sabato mattina, questa volta sul territorio al confine tra Piantedo e Sant’Agata. La zona è quella a ridosso dell’Adda, ben visibile in fondo a uno spiazzo verde dalla pista ciclabile lungo il sentiero Valtellina che da lì prosegue verso Colico. Tra i numerosi passanti che percorrono la ciclabile, la discarica è stata notata sabato proprio mentre, poco distante era in corso il sopralluogo da parte dei carabinieri su un altro accumulo abusivo abbandonato da ignoti.

La discarica su Piantedo sembra essere il risultato di una vecchia casa svuotata: cuscini, parti di arredo, sacchi, teli, coperte, polistirolo, cassette di plastica, inerti trasportati con tutta probabilità con un mezzo che per raggiungere quel punto ha attraversato un tratto di ciclabile, ovviamente vietata alle auto. Come per la discarica rinvenuta nei giorni scorsi nella stessa zona del lungo Adda, anche in questo caso potrebbero essere avviate indagini da parte dei carabinieri per cercare di individuare il colpevole. Al Comune competente per territorio resta in capo, se non è possibile risalire al responsabile, la rimozione e lo smaltimento dei materiali abbandonati per il ripristino dei luoghi. Il consigliere della Comunità montana delegato all’ecologia, Gabriele Corgatelli, ha rilevato in questo giorni come si assista «a una ripresa del fenomeno dell’abbandono di rifiuti. Incrementeremo i controlli».


© RIPRODUZIONE RISERVATA