Donna morta sul Legnone  dopo un volo di 200 metri
Katia Bertuzzo si era diplomata in ragioneria alle scuole serali con 96

Donna morta sul Legnone

dopo un volo di 200 metri

Lavorava all’Autoscuola Guida Sergio da 24 anni ed era conosciutissima. Adorava le nipotine, la montagna e i viaggi

Erba

«Siamo stati i primi a sapere della tragedia, ci hanno chiamato con il suo telefonino che penso abbiano ritrovato sul Legnone. Sono angosciato», spiega Sergio Pontiggia titolare dell’Autoscuola Sergio di Erba in cui lavorava Katia Bertuzzo, morta domenica a 44 anni durante un’escursione sul monte Legnone dopo un volo di 200 metri.

La conoscevano tutti in città Katia Bertuzzo, se si aveva una pratica automobilistica da evadere con ottime possibilità si passava da lei con la certezza di essere seguiti con attenzione e cortesia.

Da ventiquattro anni la donna era impiegata alla Scuola guida Sergio di piazza Padania, proprio davanti alla stazione ferroviaria, l’ufficio oggi sarà chiuso per lutto.

Katia era una zia innamorata delle nipotine, avute dal fratello Emanuele, era amante dei viaggi e della montagna, la sua grande e principale passione. Proprio quella passione che l’ha portata via ad amici e parenti nel suo giorno di riposo su uno dei monti più amati dell’area: il Legnone.

La quarantaquattrenne era ragioniera e abitava in frazione San Maurizio in via Garibaldi, molto religiosa frequentava la locale chiesa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA