Donna gravissima  dopo lo scontro   con un trattore
I soccorsi dei due motociclisti che si sono scontrati con il trattore (Foto by foto lisignoli)

Donna gravissima

dopo lo scontro

con un trattore

Gordona L’incidente ieri mattina lungo la Trivulzia

Brutto incidente stradale quello verificatosi ieri, pochi minuti prima delle 10, a Gordona, sulla provinciale Trivulzia, all’altezza dell’intersezione con via Boggia. Tratto, tra l’altro, tristemente noto per essere già stato in passato teatro di incidenti addirittura mortali.

Di uno “scontro” fra una moto e un trattore, si è trattato, dove la moto, con una coppia di Lissone, marito e moglie, lui 41 anni, lei 35, a bordo, procedeva verso Gordona, mentre il trattore, condotto da un 65enne del posto, che pure viaggiava nella stessa direzione, precedendoli di poco, si predisponeva a svoltare a sinistra, verso via Boggia.

Ora, cosa sia accaduto di preciso lo potranno rilevare, soltanto, le telecamere presenti in zona, e che, già in passato, hanno fornito agli inquirenti ricostruzioni chiare degli avvenimenti, tuttavia, per quanto potuto apprendere, anche in ragione delle testimonianze raccolte dagli altri motociclisti che, in comitiva, seguivano, pare che l’uomo alla guida della due ruote abbia solo abbozzato una manovra di sorpasso, spostandosi verso la sinistra della propria corsia, per avvedersi, all’ultimo, che il mezzo agricolo intendeva svoltare a sinistra.

A quel punto, ha dovuto frenare di botto per evitare il peggio e, la manovra, inevitabile, ha letteralmente sbalzato dalla sella, sua moglie, la quale, dall’urto, è stata catapultata in avanti andando a finire per essere agganciata dagli spuntoni del trattore, utilizzati per lavorare il fieno appena tagliato. Ed essere, in quella condizione, trascinata, rovinosamente, per alcuni metri fino all’arresto del mezzo agricolo. Nel mentre, il motociclista, a sua volta, è stato sbalzato a terra, procurandosi un serio trauma toracico.

Grave la situazione presentatasi ai soccorritori, considerato che i primi ad arrivare sul posto sono stati i Vigili del fuoco del distaccamento di Mese, i più vicini al luogo del sinistro, subito raggiunti dal personale di Areu, con mezzi di terra e di aria. Due le ambulanze mobilitate oltre all’elicottero decollato dalla base di Caiolo, cui, subito dopo, è giunto in rinforzo il mezzo proveniente da Como.

Anche se entrambi i feriti hanno sempre risposto alle domande dei soccorritori, restando coscienti, il trauma addominale riportato dalla giovane donna, la più grave, sulla quale si sono concentrate le attenzioni, è stato reputato subito importante e, una volta stabilizzata, la ferita, è stata trasportata in elicottero, in codice rosso, all’ospedale di Lecco.

Difficoltà respiratorie

Nel mentre, è stato preso in carico anche il marito, che, inizialmente, appariva in condizioni meno serie, che, però, col passare dei minuti si sono complicate causa difficoltà respiratorie sempre più evidenti. A quel punto, ne è stato disposto il trasferimento, pure, in elicottero, al Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Illeso il conducente del trattore, rimasto a disposizione dei Carabinieri del Comando di Chiavenna, guidati dal capitano Daniele Gandon, che hanno condotto i rilievi di rito, nel mentre, i Vigili del fuoco, hanno completato le operazioni di ripristino e messa in sicurezza della sede stradale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA