Domenica nera su piste e in strada: paura a Livigno e in Valdidentro
Lo sciatore è stato soccorso dall’elicottero del 118

Domenica nera su piste e in strada: paura a Livigno e in Valdidentro

Uno sciatore si è infortunato al Mottolino e un ciclista sulla strada dei Forni. La ragazza coinvolta sabato nell’incidente di Bianzone dovrà essere operata.

Domenica da dimenticare per soccorritori e forze dell’ordine. Già dalle primissime ore di ieri sono piovute richieste di intervento alla centrale operativa del 112.

In alcuni casi si è trattato di un falso allarme, come a Livigno, dove un ragazzo di 22 anni coinvolto in una lite poco dopo l’una di notte ha rifiutato di farsi vedere dal medico una volta giunta sul posto l’ambulanza.

Diverso l’intervento a Valdidentro. Qui si è temuto il peggio per un ciclista di 42 anni che è rovinosamente caduto a terra, mentre stava pedalando lungo via Forni. Il codice di uscita dell’ambulanza era rosso, ma fortunatamente le condizioni dell’uomo non sono risultate così gravi, anche se è stato portato a Sondalo per alcuni accertamenti.

Più serie le conseguenze per uno sciatore che poco dopo le 11 di ieri mattina si è infortunato al “Mottolino fun mountain”: l’uomo, 33 anni, è stato ricoverato al Morelli per un politrauma. Sarà invece operata alla colonna vertebrale nelle prossime ore la ragazza di 18 anni coinvolta nell’incidente stradale, avvenuto sabato all’alba in via Palazzetta, a Bianzone, sulla statale 38. La giovane - che era seduta sul sedile posteriore della Ford Fiesta finita contro un albero - era stata trasportata in condizioni gravi, ma non in pericolo di vita, all’ospedale Morelli di Sondalo, dove tuttora è ricoverata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA