Dodicimila mascherine  Il dono per l’emergenza  dei cinesi di Valtellina
I donatori della comunità cinese valtellinese

Dodicimila mascherine

Il dono per l’emergenza

dei cinesi di Valtellina

SondrioLa comunità voleva rendersi disponibile

È stata indirizzata verso l’acquisto delle protezioni

Saranno affidate all’Ats per gli operatori sanitari

Una donazione che ha una grande utilità in questo periodo di emergenza sanitaria e che lancia anche un messaggio di coesione e solidarietà davvero importante, che fa bene al cuore.

Duemila mascherine FFP2, quelle dotate di filtri (la sigla sta per “Filtering Facepiece Particles”, che tradotto in italiano significa “Facciale filtrante contro le particelle”) e diecimila mascherine chirurgiche, pezzi pregiati nell’emergenza coronavirus, sono state donate dalla comunità cinese della provincia di Sondrio e consegnate alla Protezione civile provinciale, che recapiterà la gran parte delle 12 mila mascherine all’Ats Montagna, che a sua volta le distribuirà agli operatori sanitari.

È stato il sindaco di Sondrio Marco Scaramellini a intrattenere i rapporti con il rappresentante della comunità cinese Alessandro Li. «A nome della città - sottolinea il sindaco Scaramellini - ringrazio i cinesi che vivono in provincia di Sondrio, con il loro rappresentante Alessandro Li, che si sono resi protagonisti di un gesto di grande generosità: ci sono vicini in questo momento drammatico, hanno compreso i nostri bisogni e hanno voluto fornirci un sostegno tangibile, riuscendo a recuperare in pochi giorni un grande quantitativo di mascherine che risultano indispensabili per gli operatori sanitari e non solo. Queste azioni solidali, oltre all’aiuto che garantiscono, ci infondono grande forza per superare questa emergenza sanitaria: ce la faremo perché siamo uniti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA