Disperso in quota: lo cercano sfidando il buio e le valanghe
Il fronte della mega valanga nella foto dei vigili del fuoco

Disperso in quota: lo cercano sfidando il buio e le valanghe

Un centinaio i soccorritori impegnati. Le sue tracce si perdono sotto una gigantesca slavina. Oggi si torna ad operare, ma i rischi non mancano

Lo hanno cercato senza sosta per ore, sfidando prima il buio e poi il rischio valanghe che anche ieri era marcato in quota. Decine e decine di volontari e tecnici del soccorso non si sono risparmiati per trovarlo, ma di Roberto Dioli, caspoggino di 27 anni, innamorato della vita e della montagna, non c’è più traccia. Anzi, l’unica rinvenuta è quella dei suoi sci e si inabissa sotto una gigantesca valanga scesa a 2300 metri di quota, nella zona dell’Alpe Fora.

Mercoledì sera i genitori e i fratelli hanno dato l’allarme non vedendolo rientrare per cena. Oggi, e per tutto il giorno, i volontari hanno operato in condizioni di grande difficoltà e in un contesto particolarmente delicato, complice il rialzo dello zero termico che nelle ultime ore sta provocando diversi distacchi: è accaduto mercoledì in Alta Valmalenco, ma nella stessa giornata si è verificata un imponente valanga anche in Alta Valfurva dove per poco non resta coinvolto un gruppo di guide alpine lombarde.


© RIPRODUZIONE RISERVATA