Domenica 29 Giugno 2014

Disperso in montagna

Ritrovato senza vita

È morto il settantenne di Sondrio che da due giorni era bloccato sul ghiacciaio dello Scerscen in Alta Val Malenco. Nicola Martelli, dipendente della Banca Popolare di Sondrio in pensione, istruttore del Cai, era molto conosciuto nel capoluogo. A causare il decesso forse è stato il troppo freddo patito in alta quota, in una fine settimana dominato dal maltempo. Era salito in quota per commemorare sua moglie, scomparsa un anno fa.

L’uomo, che abita nel capoluogo in via Maffei, sabato mattina si era incamminato verso il rifugio Marinelli Bombardieri. Un errore di valutazione sui tempi ha fatto sì però che venisse sorpreso dal buio prima di riuscire a rientrare a valle. L’unica soluzione era quella di trovare rifugio sotto un grosso masso e di chiamare i soccorsi con il telefonino. «Sto bene, non sono ferito e ho con me il necessario per passare la notte all’aperto» aveva rassicurato i soccorritori, che la sera stessa erano entrati in azione per le ricerche.

Proprio in quelle ore però le condizioni meteo sono peggiorate, costringendo le squadre del soccorso alpino a rientrare alla base.

Domenica mattina le ricerche sono riprese, ma per tutta la giornata la visibilità era stata ridottissima. Poi, oggi, a oltre 2500 metri di quota, il ritrovamento del cadavere del 70enne valtellinese da parte delle squadre del Soccorso Alpino di Valtellina e Valchiavenna, con l’aiuto dei militari del Sagf (Soccorso Alpino

della Guardia di Finanza) e i Vigili del fuoco del comando provinciale di Sondrio.

© riproduzione riservata