Dieci fontanelli sul Valtellina: così si dirà basta alla sete
Ciclisti sui pedali lungo il Sentiero Valtellina: anche per loro i nuovi fontanelli

Dieci fontanelli sul Valtellina: così si dirà basta alla sete

Morbegno, dieci le nuove postazioni. L’impegno della Comunità montana: «Si tratta di un servizio importante»

Con la stagione estiva è uno dei percorsi all’aria aperta più frequentati in Bassa Valle. Si tratta del Sentiero Valtellina, dove sarà a disposizione un servizio in più per i ciclisti e chi si sposta a piedi: l’acqua fresca e a temperatura ambiente, naturale o gassata, e gratuita nel tratto compreso nel territorio della Comunità montana di Morbegno. E poco oltre, verso il lago di Como, su entrambe le sponde. Definito il progetto con Secam, gestore del servizio idrico integrato in provincia di Sondrio, gli interventi saranno completati entro poche settimane. Per l’ente comprensoriale il costo è pari a 145mila euro, finanziato nell’ambito del programma di interventi strutturali a sostegno della mobilità ciclopedonale che coinvolge le province di Sondrio, Lecco e Como e può contare su un contributo della Regione Lombardia pari a 2,5 milioni di euro e su un milione di euro garantiti dai partner, per un totale di 3,5 milioni di euro.

Nell’ambito del miglioramento e della valorizzazione del Sentiero Valtellina e dei collegamenti con la Valchiavenna e l’Alto Lario, rientra il servizio reso dai fontanelli agli utenti, attualmente inesistente se si eccettuano alcune fontane. «L’assenza di distributori di acqua lungo il percorso ciclopedonale era stata evidenziata quale criticità sia dai sindaci sia da chi vi transita a piedi o in bicicletta - sottolinea il presidente della Cm, Christian Borromini -, per questo motivo abbiamo deciso di intervenire. Si tratta di un servizio importante che garantirà l’acqua a tutti e ridurrà l’utilizzo di bottiglie in plastica con evidenti vantaggi sia in termini ambientali che economici».

Il sistema di trattamento dell’acqua di cui sono dotati i fontanelli non prevede accumuli, quindi l’acqua è sempre fresca e viene erogata senza sprechi. Gli impianti sono analoghi a quelli installati da Secam in oltre trenta comuni della provincia di Sondrio che hanno ottenuto il gradimento dei cittadini.

Nove i comuni interessati: Ardenno, Morbegno, Talamona, Cosio Valtellino, Mantello, Delebio e Dubino, Colico, Gera Lario. Ai dieci fontanelli previsti dal progetto approvato dalla giunta esecutiva della Comunità montana, convocata dopo l’assemblea, si aggiunge quello già installato a Piantedo. Ad Ardenno, l’area prescelta è quella accanto al ponte che consente di superare il fossato. A Morbegno, nella frazione Paniga, è stata individuata la zona nei pressi del cimitero, a Talamona la località Isola,nei pressi di un’area di sosta. Due fontanelli verranno installati lungo il Sentiero Valtellina a Cosio Valtellino: uno sull’isola della Pescaia, accanto all’edificio che verrà recuperato dalla Comunità montana, l’altro in via dei Martinenghi, all’altezza dello svincolo della statale 38, sull’argine destro dell’Adda.

A Mantello l’impianto completerà i servizi offerti dall’area di sosta nei pressi del torrente Lesina, vicino al ponte sulla strada provinciale, a Delebio l’installazione è prevista in località Colonia, nei pressi della struttura che il comune intende riqualificare. A Dubino la disponibilità di acqua sarà garantita in località Bocca d’Adda, all’incrocio ferroviario di via Casello Sette.


© RIPRODUZIONE RISERVATA