Di un’italiana il Suv ticinese  maleducato con i disabili?

Di un’italiana il Suv ticinese

maleducato con i disabili?

Il furto di due parcheggi riservati al supermarket

il registro delle targhe rivela una sorpresa

Ha un cognome italianissimo, anzi partenopeo, il proprietario del Suv con targhe ticinesi che nei giorni scorsi ha suscitato un’ondata di indignazione per aver parcheggiato nei pressi di un supermercato di Montano Lucino occupando due stalli destinati ai disabili. Consultando l’elenco targhe del Canton Ticino (oltreconfine non solo è accessibile a tutti, come in Italia, ma anche gratuito) emerge che la Mercedes finita nel mirino dei social è intestata a una donna residente in un piccolo centro vicino a Faido. Sulle origini meridionali della proprietaria, nessun dubbio, ma attenzione: a prescindere dal fatto che padrone del veicolo e conducente potrebbero essere state persone diverse, va tenuto presente che come una targa ticinese non fa uno svizzero, in Canton Ticino un cognome partenopeo non fa un italiano: circa la metà dei residenti è infatti di origine straniera e naturalizzata da una o più generazioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA