“Dì della brisaola” in tredici postazioni Chiavenna si veste a festa
Il giorno dedicato alla brisaola valchiavennasca riscuote un grande successo di pubblico

“Dì della brisaola” in tredici postazioni Chiavenna si veste a festa

La manifestazione di questa domenica sarà un polo di attrazione, si prevede per 15mila persone. Chiusi Pratogiano e via Quadrio, traffico su via Macolino.

Chiavenna è pronta alla quarta edizione del “Dì della brisaola”. Quella con la “i”, quella della città della Mera. L’amministrazione comunale, che ha presentato mercoledì l’evento in programma per domenica 4 ottobre nella sala del consiglio, ha le idee chiare: sarà un’occasione importante per valorizzare non solo le produzioni gastronomiche come la brisaola, ma anche la storia, la cultura e le migliori tradizioni artistiche ed artigianali dell’intera Valchiavenna.

Ognuna delle tredici location destinate a ospitare i produttori artigianali di brisaola, sarà allestita da artigiani del ferro, del legno e della stoffa e da artisti e pittori valchiavennaschi. Per contribuire alla buona riuscita dell’appuntamento anche gli esercizi commerciali allestiranno le proprie vetrine a tema, mentre i ristoranti e bar cittadini proporranno nei propri locali particolari menù e aperitivi dedicati al pregiato salume.

Il menù tipico di quest’evento è chiaro: enogastronomia, cultura e tradizioni, ma anche tanta musica. Anche quest’anno una vera e propria ventata di allegria e colore sarà infatti portata dalle cosiddette “Guggen Band”, le bande che abitualmente animano i carnevali ticinesi. Nel programma ci saranno vari eventi dedicati ai bambini. «Momenti giocosi e istruttivi, ad esempio, l’appuntamento con i piccoli ciclisti in piazza Castello». Alla Polizia locale, intanto, toccherà il compito di gestire la viabilità. La zona di Pratogiano sarà chiusa per lavori e anche via Quadrio. Sarà utilizzato il doppio senso in via Macolino.


© RIPRODUZIONE RISERVATA