Denunciato truffatore online  Arrestato anche ladro di vestiti
I carabinieri impegnati nella lotta alla microcriminalità

Denunciato truffatore online

Arrestato anche ladro di vestiti

Morbegno, vendeva telefonini, ma presi i soldi spariva. Nella rete dei militari l’autore di un furto in un negozio nel centro della Bassa Valle.

I carabinieri di Ardenno hanno denunciato per “danneggiamento a seguito di incendio doloso e danneggiamento di autovettura” un uomo della zona: B.P., 45 anni. L’indagato, in piena notte, per antichi rancori nei confronti di un parente, gli aveva incediato l’auto. In poco tempo i militari sono riusciti a ricostruire la dinamica dei fatti e a ottenere la conferma dei loro sospetti proprio dal principale indiziato che, messo alle strette, ha ammesso le sue responsabilità.

Tra le persone denunciate nei giorni scorsi dai carabinieri c’è anche un valtellinese di 60 anni fermato dagli uomini della stazione di Ponte in Valtellina mentre era alla guida della sua auto di grossa cilindrata e risultato positivo a un controllo con l’etilometro. Oltre alla denuncia per guida in stato di ebbrezza, l’uomo ha subìto anche il ritiro della patente.

Gli stessi militari di Ponte hanno denunciato una donna di 35 anni residente nel Napoletano per “falsificazione di monete/carte pubblico credito e ricettazione”. Nei mesi scorsi, dopo aver rubato un assegno dalla corrispondenza di un uomo che poi si era rivolto ai militari, lo aveva contraffatto ed era andata in banca a ritirare la somma di 330 euro.

I colleghi di Morbegno hanno denunciato invece per truffa il titolare di una società di telefonia. L’uomo residente nel Varesotto aveva messo su un sito internet l’inserzione per la vendita di un cellulare. Contattato da una studente sondriese, a dicembre si era fatto versare i 350 euro per l’acquisto, ma non aveva mai consegnato alcun telefonino.

Deve rispondere di furto la donna dai Carabinieri di Sondrio per aver rubato un portafoglio da una borsa lasciata incustodita all’interno di un negozio del capoluogo. Un bel colpo. Non solo apparentemente facile, ma anche fruttuoso: nel portafoglio c’erano mille euro in contanti. I militari sono però riusciti a identificare la donna e a denunciarla. Sempre i carabinieri di Sondrio, giovedì sera hanno arrestato su disposizione della Procura, B. P., disoccupato sondriese, colpito da un ordine di carcerazione dovendo scontare una pena di 6 anni per una serie di reati.

Altro arresto venerdì sera, questa volta a Morbegno, a opera dei carabinieri della locale stazione. A finire in manette con l’accusa di furto in flagranza Luca Digoncelli, disoccupato di 38 anni della Bassa Valle, che, appena uscito da un negozio del centro cittadino, si è imbattuto nei militari, impegnati in attività di vigilanza sul territorio.

L’uomo, già piuttosto conosciuto alle forze dell’ordine, è stato sottoposto a un controllo a causa del suo atteggiamento fortemente sospetto. E infatti gli sono stati trovati addosso alcuni capi d’abbigliamento per un valore di 300 euro, risultati rubati pochi istanti prima.

Mentre la merce veniva restituita ai proprietari, che non si erano neanche accorti del furto appena subito, ai polsi dell’indagato scattavano le manette. Dopo la convalida dell’arresto, a suo carico è stata disposta la misura degli arresti domiciliari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA