Sabato 12 Ottobre 2013

Della Bitta: deluso dal Pdl

E spunta una “civica”

La politica ha deluso il sindaco di Verceia che è anche assessore in Cm

Lontano ormai dal Pdl, che sembra voler puntare su altri cavalli, rilancia quello che sembra essere l’embrione di una lista civica fuori dai partiti.

Sta facendo discutere il recente post su Facebook del sindaco di Verceia, e assessore in Comunità Montana, Luca Della Bitta sulla recente visita del ministro Delrio a Chiavenna. Un post che trasuda delusione per l’inerzia politica locale ma che apre già nuovi scenari. Tutti da vedere nei prossimi mesi. Alcune riflessioni personali a freddo dopo la visita di Graziano Delrio dove secondo Della Bitta le istituzioni e le forze politiche locali non hanno brillato: «Incapaci di una proposta politica. Trasversalmente. Confermando un momento di assenza della capacità di sintesi dei partiti. Tutti. Forse significa che occorre pensare ad un movimento che parta dai volti di chi amministra le comunità, di chi si impegna nelle associazioni, nello sport, nella cultura, nelle parrocchie, nel volontariato, nell’impresa, nelle organizzazioni sindacali e di categoria che vada oltre le etichette di partito tradizionali? Non lo so. Forse».

Il messaggio sembra chiaro. Chi vuole rompere le righe dell’appartenenza a centrodestra e centrosinistra e varare una lista civica per il futuro comune unico, sempre che il referendum passi, ha ora una prospettiva. Con lo stesso Della Bitta in testa o meno saranno i prossimi mesi a dirlo. Comune fuso o ancora Chiavenna da sola è ormai altamente probabile che alla prossima tornata amministrativa di primavera non ci saranno solamente due liste a contendersi la poltrona di primo cittadino e la maggioranza del consiglio comunale. Possibile la nascita di una terza lista civica, sempre che alle prossime elezioni non si costruiscano due gruppi tra quelli pro e quelli contro la fusione. Cosa ben poco probabile, viste le differenze di prospettiva e di programma esistenti attualmente tra chi 4 anni fa si è scontrato anche duramente alle elezioni.

«Non ho dubbi di non essere solo - conclude Della Bitta in riferimento al vasto schieramento che intende riformare le istituzioni locali. Siamo in molti. Si cambierà! Buon cammino a tutti. Ciascuno conterà i suoi tronchi in fondo alla valle. Sarà un piacere».

© riproduzione riservata