Sabato 12 Ottobre 2013

Dazio, alla Colmen

abbattuti nove cervi

Già abbattuti alla Colmen nove cervi, tra cui un cucciolo

Nove i capi abbattuti nella prima giornata di caccia aperta sulla Colmen di Dazio. Venti i cacciatori autorizzati a sparare, così come stabilito dal decreto di palazzo Muzio, e i colpi messi a segno hanno permesso di abbattere un giovane maschio (nato nel 2012), due femmine giovani, anch’esse con meno di un anno d’età, cinque cerve adulte e un piccolo.

Tutte categorie previste dal piano di abbattimento straordinario disposto dalla Provincia di Sondrio dopo che sulla “montagna magica” la popolazione di cervi è arrivata a provocare danni alle colture e ad aumentare il rischio di incidenti stradali. «Nonostante il cattivo tempo direi che il numero di capi abbattuti sia soddisfacente - osserva il presidente del comitato caccia del comprensorio di Morbegno Enrico Marchesini - la battuta si è svolta senza problemi di rilievo, con la presenza delle guardie venatorie e nonostante la pioggia che rende più difficoltoso l’avvistamento delle prede perché tendono ad uscire meno dalla vegetazione, il numero di capi abbattuti è un buon risultato per questa prima giornata».

I cacciatori torneranno sulla Colmen giovedì 17 ottobre, e se si dovesse raggiungere il 90% del piano di abbattimento, la provincia potrebbe decidere di sospendere i prelievi per non rischiare di sforare nella terza giornata andando oltre i 50 capi previsti dal decreto.

© riproduzione riservata