Da parcheggio ad area lettura  Presto i lavori all’ex Cappuccini
La zona che oggi è adibita a parcheggio diventerà un parco

Da parcheggio ad area lettura

Presto i lavori all’ex Cappuccini

Diventerà un’area verde l’attuale zona di sosta situata all’interno dell’ex convento dei Cappuccini di Chiavenna.

Sparirà con i lavori che la Comunità Montana affiderà nelle prossime settimane il parcheggio che finora è stato utilizzato in base a una vecchia convenzione tra l’ente comprensoriale, il Comune di Chiavenna e l’Unione Commercio.

L’intervento, co-finanziato da Fondazione Cariplo, avrà un costo di 183 mila euro ed è ovviamente legato al progetto di spostamento della sede della biblioteca della Valchiavenna dall’attuale immobile di via Marmirola allo storico immobile di via Cappuccini. Si tratta di un’area sterrata e non illuminata concessa in uso all’Unione Commercio. Questa in questi anni ha incamerato dai negozianti e dai dipendenti dei negozi una quota di 80 euro l’anno, per la copertura dei costi di vigilanza notturna essenzialmente, in cambio della possibilità di parcheggiare. Compreso nel “pass” anche l’accesso alla Zona a Traffico Limitato. Una convenzione rinnovata anno per anno che ora finirà. L’area sarà trasformata in una zona verde con arredo urbano, piantumazioni e la copertura del segnale wi-fi. L’obiettivo è farne una sala di lettura all’aperto. Con vista e accesso dal fiume Mera attraverso il Lungomera Giacometti.

L’attuale cancello su via Cappuccini, invece, sarà spostato in modo da creare un’area di parcheggio, una decina i posti, a servizio del complesso. Ovviamente utilizzabili da chi ha già il permesso per la Ztl.

L’area riservata ai commercianti con suoi circa 50-60 posti ha contribuito a decongestionare, anche perché si tratta di soste lunghe, gli altri parcheggi attorno al centro storico cittadino: «In realtà da questo punto di vista crediamo che di problemi non ce ne saranno – commenta il vicesindaco del Comune di Chiavenna, che essendo proprietario dell’area ha condiviso tutto l’iter con l’ente comprensoriale, Davide Trussoni - . Lo scorso anno abbiamo riservato due porzioni di parcheggio in via Prato Bazzi e su viale Risorgimento con una tariffa agevolata in linea con quella applicata dall’Unione Commercio per il convento dei Cappuccini e entrambe le aree risultano decisamente sottoutilizzate. Con quelle e il completamento del parcheggio “Giano” di via Principe Amedeo dovremmo avere un quadro soddisfacente». I lavori dovrebbero partire il prossimo autunno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA