Cyberbullismo, ogni 100 studenti  ci sono 20 vittime

Cyberbullismo, ogni 100 studenti

ci sono 20 vittime

Indagine su 270 ragazzi valtellinesi

Muove i primi passi l’articolato progetto provinciale

“Io conosco, tu conosci …in rete consapevolmente”

Su un campione di 270 studenti valtellinesi alla domanda “Sei mai stato vittima di cyberbullismo?” il 7,7% ha risposto “Sì, a scuola”, il 10,3% “Sì, fuori dalla scuola” e il 2,2% “Sì, sia a scuola che al di fuori”. Insomma, sebbene si tratti di un campione ridotto (la popolazione scolastica della Valle conta 24mila alunni) si tratta di 20 studenti ogni 100. Dati, questi, scaturiti da un’indagine condotta via web in forma anonima, che fa parte dell’innovativo progetto provinciale – finanziato dalla Regione, conta sull’adesione di tutte le scuole del territorio - di prevenzione e di contrasto al fenomeno dal titolo “Io conosco, tu conosci … in rete consapevolmente”, la cui attuazione è stata presentate al liceo Piazzi Lena Perpenti dal coordinatore del progetto Gianfranco Bordoni affiancato dal dirigente scolastico Angelo Grassi Un progetto, finalizzato a concertare azioni mirate, avvalendosi anche della consulenza di figure qualificate della Polizia di Stato.

Un lavoro corale, dai docenti agli studenti, dalle famiglie alle Forze dell’ordine, dalle istituzioni ai cittadini per «creare le premesse, affinché questi fenomeni siano prevenuti, ma anche contrastati ricorrendo all’uso delle tecnologie con metodologie innovative – ha detto Grassi -, interagendo con la rete anche per attuare le migliori pratiche». Questa è la cornice, entro cui si inserisce https://www.nobullying.help, il portale dedicato al progetto “Io conosco, tu conosci... in rete consapevolmente” per garantire «un servizio di formazione, sensibilizzazione ed educazione consapevoli relativo a problematiche e rischi che i giovani, con le loro famiglie, quotidianamente vivono nell’era digitale» la sottolineatura di Bordoni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA