Crisi del basket, Vesnaver racconta il caso Tirano
Futuro incerto per il basket in una città storica come quella di Tirano

Crisi del basket, Vesnaver racconta il caso Tirano

Una delle città storiche per la pallacanestro valtellinese ha dovuto alzare bandiera bianca, non disputando più i campionati seniores. Sono rimaste solo le squadre giovanili da cui ripartire

«La rinuncia alla serie D è stata dolorosa, ma inevitabile. Con una rosa-giocatori già limitata, ci siamo trovati a fare i conti con gli universitari in palese difficoltà ad allenarsi convenientemente, mentre qualcun altro aveva problemi di lavoro, che, al giorno d’oggi, è sempre più difficile trovare in città o nei dintorni. Anche gli juniores di cui la società disponeva erano pochi, per cui la rinuncia a disputare la serie D è diventata necessaria e non siamo più riusciti nemmeno a ricominciare da un campionato di Prima Divisione».

Così Stefano Vesnaver, classe 1959, che ha compiuto la trafila nelle giovanili e in prima squadra, ma ben presto ha scelto la strada di allenatore, racconta la realtà a Tirano.

Leggi tutta l’intervista sull’edizione de La Provincia di Sondrio in edicola il 22 giugno


© RIPRODUZIONE RISERVATA