Crescono le persone in difficoltà  Per loro ecco le Scatole di Natale
I volontari della Caritas impegnati nelle loro attività

Crescono le persone in difficoltà

Per loro ecco le Scatole di Natale

Tirano: nell’ultimo anno aumentate del 30% le richieste di aiuto alla Caritas

Si potranno donare confezioni per le famiglie in stato di bisogno

Natale solidale 2020 quello che il centro Caritas di Tirano e Sbrighes hanno ideato e proposto nel territorio del Tiranese con il doppio filo rosso di aiutare le famiglie che hanno bisogno e fare comunità. La formula è semplice: donare una “Scatola di Natale” con all’interno giochi, libri, dolci o articoli per la persona che ognuno potrà scegliere e inserire a proprio piacimento (precisando a quale fascia d’età sono destinati), magari anche con un biglietto d’auguri, quindi impacchettare e consegnare nei punti di raccolta.

«Quest’anno per Natale Sbrighes collabora con Caritas per donare una scatola buona a tutte le famiglie fragili – afferma Elisa D’Anza, responsabile del progetto Sbrighes -. In questo ultimo anno abbiamo lavorato con la comunità anche sul tema della vulnerabilità con particolare attenzione alle famiglie con bambini e siamo molto contenti di aver fatto rete con Caritas anche per organizzare questa iniziativa».

La volontaria della Caritas tiranese, Simona Giudice, è piacevolmente sorpresa dall’apprezzamento che l’iniziativa sta riscuotendo.

«Ci fa piacere, perché “Natale solidale 2020” è gradito – afferma a questo proposito -. L’idea è stata lanciata da Sbrighes ed, inizialmente, era legata ai bambini. Poi abbiamo visto l’esperienza di una ragazza di Milano, che è diventata virale sui social, da cui abbiamo preso spunto per calibrare la nostra sul territorio vorremmo che in ogni paese ci fosse un referente che possa raccogliere le necessità del territorio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA