Coscritti sì, ma responsabili Dopo la festa fanno pulizia
I coscritti festeggiano la loro maggiore età

Coscritti sì, ma responsabili Dopo la festa fanno pulizia

È iniziata con l’invasione della piazza della chiesa di San Giuseppe per ricevere il testimone dai predecessori del 1995 la festa dei coscritti del 1996.

La coscrizione dei 18 anni originariamente simboleggiava la chiamata alla leva, ora più semplicemente manifesta il raggiungimento della maggiore età. Esuberanti ma anche ordinati i protagonisti della festa di quest’anno capitani dai capocoscritti Alberto Senini e Chiara Bordoni . Dopo la festosa invasione della piazza una volta terminati i festeggiamenti, hanno provveduto anche alla pulizia dello spazio antistante la chiesa dopo lo spettacolo pirotecnico finanziato dal Comune. Sempre grazie all’amministrazione e i coetanei hanno avuto il loro campo base all’ ex scuola muratori divenuta per una settimana, fino all’Epifania, la casa del grande fratello visto che i coscritti nello spirito della festa non si lasciano mai e tornano a casa esclusivamente per una doccia rigenerante. Ogni anno scelgono un colore diverso per le loro felpe inneggianti all’anno di nascita. Quest’anno ha prevalso il giallo tanto caro alla frazione di Ravoledo nella quale i coscritti sono stati tre e festeggiano a parte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA