Corsa in montagna, si alza il sipario sul Trofeo Vanoni
Il gruppo di protagonisti della serata di presentazione del Trofeo Vanoni giunto all’edizione numero 61

Corsa in montagna, si alza il sipario sul Trofeo Vanoni

Mercoledì sera con la conferenza stampa che si è svolta presso la sala consigliare del Comune di Morbegno si è entrati ufficialmente nel clima della gara internazionale di corsa in montagna tra le più celebri del panorama italiano giunta alla sessantunesima edizione.

In una sala affollata, il primo saluto non poteva che essere rivolto a Gianpietro Bottà, uno dei padri di questa meravigliosa corsa, venuto a mancare lunedì. La serata si è aperta con un minuto di silenzio dedicato al suo ricordo.

Il primo cittadino di Morbegno, Andrea Ruggeri, ha rivelato come verrà creata una targa commemorativa che sarà applicata sulla porta di entrata della Priula, con la frase che lo ha sempre accompagnato: “A Morbegno nessuno è estraneo, l’unico estraneo è l’amico che non abbiamo ancora conosciuto”.

Leggi l’ampio servizio con le foto dei protagonisti su La Provincia di Sondrio in edicola e non solo


© RIPRODUZIONE RISERVATA