Corsa in montagna, in arrivo un trofeo Vanoni da record
Si rinnova l’appuntamento lungo le strade di Morbegno per il trofeo Vanoni

Corsa in montagna, in arrivo un trofeo Vanoni da record

Presentata l’edizione numero 58 della kermesse che vede il Csi Morbegno in cabina di regia e un plotone di novecento concorrenti ai nastri di partenza

Il 25 ottobre il centro di Morbegno vivrà uno dei momenti più attesi dagli appassionati della corsa in montagna e non solo. Per quanto riguarda i team maschili, due tra i più quotati della vigilia puntano a incamerare il trofeo, avendo già vinto due edizioni: si tratta dell’Atletica Valli Bergamasche, vincitrice nel 2009 e nel 2013, nonché della rappresentativa francese, che si è imposta nel 2010 e nella scorsa edizione.

Ma non si possono dimenticare il Gruppo Sportivo Orobie, che ha firmato l’edizione del 2011 e può ancora contare su Alex Baldaccini, il quale detiene il record del percorso, fatto segnare nel 2012 (28”21), la Recastello Radici Group, l’Atletica Valle Brembana, i valdostani di Pont-Saint Martin, il Gs Genzianella. Per i locali, le migliori chance di far bene appartengono al Csi Morbegno e al Gp Santi Nuova Olonio. Sono sei le staffette straniere, due delle quali già nell’albo d’oro: oltre ai francesi, ecco la Gran Bretagna, il Galles, la Repubblica Ceca, la Polonia e San Marino.

Il programma del Trofeo Vanoni si articola su una giornata e mezza. Dalle 16.30 alle 19 di sabato 24 ottobre, infatti, nella Sala Marchesini di Via Cappuccini saranno consegnati i pettorali di gara. Tutti i concorrenti si ritroveranno alle 17 in piazza S. Antonio, da dove partirà una sfilata per deporre una corona ai Caduti. Alle 18 in San Giovanni si celebrerà una messa in suffragio di Ezio Vanoni, di Monsignor Edoardo Danieli, dai Caduti del Battaglion Morbegno e di tutti gli atleti e dirigenti scomparsi.

Domenica mattina (8.00-8.45) in sala Marchesini consegna dei pettorali del Mini Vanoni, che partirà alle 9. Nella stessa sede consegna dei pettorali del Trofeo Vanoni e del Vanoni femminile (9-12.30). Quest’ultimo partirà alle 11. Un’ora più tardi si procederà alla premiazione della gara giovanile, mentre la partenza della staffetta è fissata per le ore 14. Le premiazioni delle competizioni maggiori si terranno alle 17.30 nella sala Ipogea di San Giuseppe, in via Quinto Alpini.

I tracciati sono, ovviamente, differenziati. Ricordiamo che il percorso maschile è lungo km 7,250 con un dislivello di 450 metri (da ripetere tre volte), quello femminile di 5 km con un dislivello di 250 metri. Per il Mini Vanoni le distanze di gara andranno dagli 845 metri sul centro storico della categoria Esordienti ai 2465 degli Allievi (classi 98-99) con un dislivello di centotrenta.

Tutti i particolari, le curiosità, i commenti sull’edizione de La Provincia di Sondrio in edicola il 16 ottobre


© RIPRODUZIONE RISERVATA