Corsa in montagna, Caneva e Bottà svettano ad Albosaggia
Nella foto di Luca Gianatti una fase della partenza dei protagonisti della Vertical di Albosaggia

Corsa in montagna, Caneva e Bottà svettano ad Albosaggia

Tanto pubblico al traguardo e lungo l’impegnativo percorso di gara ha fatto da cornice alla gara Vertical conclusa con una buona cena al Campei organizzata dagli Alpini del paese.

La Polisportiva Albosaggia ha organizzato la Vertical, gara di corsa in montagna dal municipio alla chiesa delle Madonna delle Nevi al Campei. Alla “full” di 750 mt di dislivello hanno partecipato una sessantina di atleti: la vittoria è andata a Tommaso Caneva del Gp Talamona avanti a Giovanni Rossi della Sportiva Lanzada ed a Francesco Leoni della Polisportiva.

Finale allo sprint fra Sabrina Bottà del Team Valtellina e Ramona Ipra della Polisportiva Albosaggia. Terza piazza ad Eleonora Armenia della Sportiva Lanzada. Al termine, Linda Cavaletti ha consegnato ai vincitori (Caneva e Bottà) il trofeo in memoria dei genitori Luigi e Nanda, storici dirigenti della Polisportiva.

Si è disputata anche la “minimal” dedicata ai giovani: 250 mt di dislivello per i 32 ragazzi nati dal 2000 al 2012 che hanno dato il massimo su una salita veramente impegnativa. Vincitore, con un tempo inferiore a quello dello scorso anno, Rocco Baldini della Polisportiva, uno dei migliori giovani atleti italiani della corsa in montagna, che ha preceduto i compagni di squadra Riccardo Romeri e Luca Vanotti.

Tra le ragazze vittoria di Silvia Berra, davanti a Chiara Bulanti e Giulia Pelizzatti tutte della Polisportiva Albosaggia. Il più piccolo partecipante è stato Stefano Cristini del 2012 (figlio del Presidente della Polisportiva e corridore come il padre).

La cronaca, le fotografie, le curiosità su La Provincia di Sondrio in edicola il 10 luglio e sul settimanale in edicola sabato 15


© RIPRODUZIONE RISERVATA