Corre per la mamma   e fa il miglior tempo

Corre per la mamma

e fa il miglior tempo

Cros de l’Alp di Grosio. Matteo Ghilotti il migliore in 33’ alla camminata a ricordo della mamma avisina MIchela Cusini

Nel nome della mamma Milena Cusini, alla quale era dedicata la camminata non competitiva, il figlio Matteo Ghilotti ha fatto registrare il migliore tempo fra i 106 partecipanti alla manifestazione organizzata dalla sezione Grosio e Uniti dell’Aido, in collaborazione con la sezione di Sondalo dell’Avis e con l’Admo.

Ha impiegato 33’01’’ dai 1800 metri di Chemp ai 2170 metri della Cros de l’Alp. Nonostante le incertezze climatiche, il numero dei partecipanti è stato grosso modo simile a quello dello scorso anno.

Aria pungente, ma il tempo ha retto e non ha piovuto, aspetto fondamentale considerato che anche la messa e il momento conviviale sono all’aperto, a oltre 2000 metri. Non ha partecipato alla camminata, ma è salito ugualmente a piedi da Chemp anche il parroco di Grosio, don Ilario Gaggini, che ha poi celebrato la funzione religiosa. Nella giornata nella quale si è ricordata la donatrice Milena, avisina, improvvisamente scomparsa lo scorso inverno, autrice di una donazione multi organo, è stata altamente simbolica anche la presenza del trapiantato grosottino Stefano Saligari, che da 25 anni ha un cuore nuovo e a dimostrazione dell’ottimo stato di salute è salito anche lui a piedi da Chemp. Il veterano della camminata è stato Albino Ghilotti, classe 1942, che ha “ereditato” il ruolo di quello in quota con più primavere dal compianto fratello Paolo, storica presenza, che raggiungeva la Cros de l’Alp pur camminando con l’ausilio di un arto artificiale.

La festa della Cros de l’Alp si svolge, sempre la terza domenica di luglio, dal 1979. Anche quest’anno sono stati circa 500 i partecipanti.

Sono tutte opportunità che abbiamo per avvicinare sempre più persone alla associazioni del dono, che sono un’unica grande famiglia, non mi stancherò mai di ripeterlo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA