Coronavirus: dal 18 maggio  tornano le messe con i fedeli
I fedeli potranno tornare a messa

Coronavirus: dal 18 maggio

tornano le messe con i fedeli

Siglato un protocollo tra il governo e la Cei. Leggilo qui sotto

Dal 18 maggio tornano le messe. Il via libera è stato sancito stamane a Palazzo Chigi con la firma del protocollo tra Cei e Governo. LEGGILO QUI

Una serie di misure, concertate, che consentirà la ripresa delle celebrazioni con il popolo. Un nuovo passo, atteso, nella Fase 2 del Coronavirus in Italia. Il protocollo - sottoscritto dal Presidente della Cei, cardinale Gualtiero Bassetti, dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e dal Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese - entrerà ufficialmente in vigore da lunedì 18 maggio 2020.

Niente segno della pace, né raccolta delle offerte durante la messa. Comunione distribuita dal celebrante o dal ministro straordinario solo dopo che questi avranno curato l’igiene delle loro mani e indossato mascherina e guanti monouso. L’ostia dovrà essere offerta “senza venire a contatto con le mani dei fedeli”. Chi accede ai luoghi di culto è “tenuto a indossare la mascherina”. Sì all’organista, ma per il momento no al coro. Ingressi contingentati, con volontari/collaboratori che, all’esterno della chiesa, controllino e gestiscano i flussi in entrata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA