Copertura con prime dosi oltre il 90%  Piuro e Caspoggio tra i Comuni migliori

Copertura con prime dosi oltre il 90%

Piuro e Caspoggio tra i Comuni migliori

VacciniIl sindaco Iacomella: «Siamo anche a zero contagi». A Sondrio manca il 12,71%

Sale, di giorno in giorno, il numero dei Comuni che ha superato la soglia del 90% di copertura per prima dose vaccinale. Pari a 19, a lunedì, due in più rispetto a sabato, considerato che i centri vaccinali, domenica, sono rimasti chiusi per mancanza di prenotazioni e di richiami, salvo quello di Sondrio.

Al novero dei Comuni più virtuosi, quindi, si sono aggiunti, lunedì, Piuro, al 90,27%, e Caspoggio, al 90,22%, che staccano di tre punti percentuali la media provinciale, pari all’87,29%.

Due Comuni simbolo, va ricordato, nella lotta al Covid, perché Piuro, in Valchiavenna, con i suoi 1.900 abitanti, è fra quelli che hanno tributato più vittime al virus, con 13 persone decedute per Covid certificato, fatto salvo il caso di un’anziana, morta in Casa di riposo, quando i tamponi, ancora, non venivano effettuati, e, Caspoggio, come noto, è il Comune che batte tutti, in provincia, quanto a contagio in proporzione alla popolazione, sempre da inizio pandemia.

Si parla di 213 contagi in numero assoluto, pari al 15,50% della popolazione, su una media provinciale dell’8,68%.

Per cui, ora, vedere che, a Piuro, lentamente, la vaccinazione ha preso piede, tanto da interessare 1.475 persone, sul totale dei vaccinabili di 1.634, ha indotto, ieri mattina, il sindaco, Omar Iacomella, a dare immediata comunicazione alla popolazione che «questa settimana - ha scritto - torniamo, fiduciosi, a zero contagi, e sfondiamo il tetto del 90% di persone vaccinate. Sul pezzo!».

Lo stesso dicasi per Caspoggio, che conta 1.070 persone vaccinate con prima dose, su 1.186 vaccinabili, per cui, qui, all’appello, ne mancano solo 116, mentre a Piuro, ne mancano 159.

I parziali

Piano piano, anche se, a questo punto, lentamente, si riduce il numero delle persone non vaccinate, che, a ieri, erano 19.556 in provincia di Sondrio sul target di 153.874 vaccinabili. In pratica, manca all’appello il 12,71% della popolazione, percentuale che supera il 20% solo a Livigno, Vervio e San Giacomo Filippo.

Sono questi tre, i Comuni fanalino di coda rispetto all’andamento della campagna vaccinale in provincia di Sondrio, dato che, nonostante lo sprint inferto da due vax day dedicati, Livigno, ancora oggi, sfiora, ma non raggiunge l’80% dei vaccinati con prima dose. Si ferma ad un, comunque, dignitoso 79,55%, con 4.165 vaccinati su 5.236 aventi diritto. I due vax day di venerdì e di sabato prossimi, però, dovrebbero fare, decisamente, la differenza.

Un po’ più statica la situazione a Vervio e a San Giacomo Filippo, dove occorre raggiungere ancora, rispettivamente, 40 e 70 persone. Numeri, in se, piccoli, ma che si innestano su una popolazione vaccinabile contenuta in 184 unità per Vervio, e in 319 per San Giacomo Filippo.

Al riguardo, è bene ricordare che, nei giorni di apertura dei centri vaccinali massivi, questa settimana, in provincia di Sondrio, possono accedere senza prenotazione anche i ragazzi fra i 12 e i 19 anni, oltre agli over 60 e al personale scolastico docente e non docente. Occorre solo portarsi appresso tessera sanitaria e carta d’identità oltre ad aver superato la malattia, se fatta, da tre mesi, certificati dalla data dell’ultimo tampone.


© RIPRODUZIONE RISERVATA