Controlli durante una manifestazione  Dieci le persone segnalate per droga
Le unità cinofile dei carabinieri del Nucleo di Orio al Serio in servizio in Valtellina

Controlli durante una manifestazione

Dieci le persone segnalate per droga

Livigno, i carabinieri di Tirano nel weekend hanno passato in rassegna le discoteche del paese. Il capitano Luca Mechilli: «Non si è trattato certo di un blitz, ma di un controllo preventivo».

“Grinder”, il labrador in forza al Nucleo Carabinieri Cinofili di Orio al Serio, specializzato nel fiutare ogni genere di droga, ha colpito ancora. Il suo naso infallibile ha permesso di segnalate alla Prefettura 10 assuntori trovati in possesso di piccole dosi di sostanza stupefacenti per uso personale. L’operazione è scattata tra sabato e domenica scorsi, quando i carabinieri della stazione di Livigno sono andati a “far visita” a “Snowland Festival 2019”, kermesse musicale inaugurata proprio sabato scorso. «L’obiettivo prefissato - precisa il capitano Luca Mechilli - non era quello di intercettare o sequestrare grandi quantitativi di droga, bensì quello di disincentivarne l’assunzione da parte dei numerosissimi ragazzi e ragazze ascesi al Piccolo Tibet per partecipare a questo evento. In questo modo si è inteso prevenire il rischio che l’alterazione dello stato psicofisico conseguente all’assunzione di stupefacenti potesse indurre comportamenti pericolosi per la propria o per l’altrui incolumità».

Ed è stato con queste finalità che i militari hanno controllato i dintorni delle discoteche del paese con servizi di monitoraggio attuati dalle 18 sino alle 4 del mattino. Al termine del servizio sono stati segnalati alle Prefetture competenti 10 soggetti che se non fossero stati individuati, precisa il comandante di Tirano, avrebbero introdotto quelle sostanze stupefacenti nei locali del divertimento, e lì, quasi certamente sarebbero state consumate».

Sequestrati complessivamente sei grammi di marijuana, due grammi di cocaina e un grammo di hashish. Le 10 persone segnalate hanno un’età compresa tra i 21 e i 57 anni, italiani, ma anche turisti stranieri, in particolare provenienti dall’est Europa. 7 gli uomini e 3 le donne.

«I carabinieri - prosegue la nota diffusa da Mechilli - sono anche attivamente impegnati nell’attività di formazione e sensibilizzazione dei giovani circa i rischi e le conseguenze legate all’assunzione di sostanze stupefacenti. Infatti nell’ambito degli incontri di “educazione alla legalità” organizzati presso le scuole secondarie di primo e secondo grado della provincia, i militari, tra l’altro, illustrano ai ragazzi le norme in materia di assunzione di droghe e detenzione per uso personale e ai fini di spaccio, e, in questo contesto spiegano come queste condotte possono, tra l’altro, incidere anche sulla propria libertà. Infatti non tutti sanno che tra le sanzioni accessorie che possono essere applicate in caso di contestazione amministrativa per il possesso di sostanza stupefacente per uso personale vi è la sospensione della patente di guida (o divieto di conseguirla), nonché la sospensione del passaporto e di ogni altro documento equipollente (o divieto di conseguirli), per il minimo di un mese, fino al massimo di un anno».


© RIPRODUZIONE RISERVATA