Contro l’abbandono dei vigneti aiuti per l’acquisto di barbatelle
Anche in Bassa Valtellina la viticoltura è a rischio abbandono

Contro l’abbandono dei vigneti aiuti per l’acquisto di barbatelle

Comunità montana di Morbegno e Fondazione Fojanini di nuovo insieme: «Diamo 0,80 centesimi di contributo per ogni nuova pianta di vite»

La Comunità montana di Morbegno prosegue nelle strategie per frenare l’abbandono delle aree coltivate a vite e rinnova la collaborazione con la fondazione Fojanini di Sondrio. La giunta esecutiva ha stabilito di proseguire nelle iniziative volte a contenere il progressivo aumento dell’abbandono della coltivazione dei vigneti, valorizzare e tutelare il territorio a vocazione vitivinicola. Con questi obiettivi viene riproposta l’iniziativa di distribuzione a prezzo agevolato di vitigni selezionati della varietà Nebbiolo Cultivar Chiavennasca.

«La sostituzione dei vitigni con altri più idonei ad ottenere produzioni ottimali per quantità e qualità rappresenta uno degli elementi che potrebbero concorrere a un’inversione di tendenza e a un recupero territoriale. – spiegano dalla Comunità montana di Morbegno - Per questo anche per l’anno 2015 sarà finanziata la distribuzione dei vitigni sostenendo i viticoltori regolarmente iscritti al catasto vitivinicolo e concorrendo con un contributo di 0.80 euro a barbatella su un costo unitario complessivo di 1.87 euro. Il coinvolgimento della fondazione Fojanini come centro didattico-sperimentale garantisce la fornitura di materiale vegetale autoctono ad aziende che si occupano della produzione delle barbatelle garantendo la purezza varietale e la qualità fitosanitaria». Maggiori informazioni sono disponibili rivolgendosi all’ufficio agricoltura e foreste della Comunità montana di Morbegno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA