Contributi revocati   Primo round per la Cm
Gian Antonio Pini

Contributi revocati

Primo round per la Cm

Il Tar rigetta la richiesta dei Comuni di sospensiva della delibera. Ma la Saligari non demorde: «Attendo con fiducia il giudizio di merito»

La Comunità montana di Tirano vince il primo round sui fondi revocati ai Comuni che non li avevano utilizzati: il Tar, rinviando il giudizio di merito ad un secondo momento, ha infatti rigettato la richiesta di sospensiva della delibera che era stata avanzata da cinque amministrazioni,Teglio, Aprica, Lovero, Vervio e Grosotto, che maggiormente si erano sentite colpite da quel provvedimento e i cui sindaci nell’assemblea comunitaria siedono tra le file della minoranza. Un tema centrale quello della spartizione dei contributi, al quale ha voluto legare il proprio destino politico la nuova maggioranza guidata da Gian Antonio Pini.

Ma l’opposizione non demorde: «Attendo con fiducia il giudizio di merito - dice Annamaria Saligari, sindaco di Lovero ed ex presidente della Comunità montana prima dell’avvento di Pini. «Contro di me e il mio Comune è stata compiuta una cattiveria gratuita, sono convinta che il Tar mi darà ragione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA