«Comunicazioni puntuali»: Skiarea  respinge le accuse
A Skiarea non è piaciuta nemmeno la parte in cui il sindaco ha sottolineato l’impegno dell’amministrazione nei confronti della società e delle sue esigenze

«Comunicazioni puntuali»: Skiarea

respinge le accuse

Madesimo, piccata risposta a Masanti che lamentava ritardi nella consegna listino prezzi e fine stagione anticipata.

Durante il consiglio comunale di insediamento era arrivato qualche appunto, anche se i toni erano decisamente poco accesi, e ora Skiarea Valchiavenna risponde ai rilievi del sindaco di Madesimo Franco Masanti. La società che gestisce gli impianti di risalita di Vallespluga e Val di Lei per bocca del suo presidente Luca Caniato non ci sta e la risposta appare piccata.

Accuse respinte

«Il sindaco ci accusa di aver comunicato il listino prezzi per la prossima stagione invernale solo a maggio: ciò non risponde al vero in quanto tale listino è stato deciso dal consiglio di amministrazione dell’11 ottobre 2018 e, quindi, con oltre un anno di anticipo rispetto all’inizio della stagione 2019-2020. Parimenti sono state tempestivamente comunicate le date di apertura e di chiusura degli impianti».

L’altro rilievo di Masanti, riferito alle ultime due settimane della stagione trascorsa, riguardava la scelta di chiudere alcuni impianti nei giorni feriali e riaprirli per il fine settimana: «Sono le condizioni meteorologiche e non la nostra volontà a determinare la chiusura di alcuni impianti durante la stagione, e il sindaco lo sa benissimo perché vive a Madesimo e vite tali condizioni. Ci dispiace di dover stigmatizzare il comportamento di alcuni albergatori, tra cui Masanti, che hanno chiuso gli alberghi per un certo periodo durante il mese di aprile per poi riaprire nel periodo pasquale, quando l’afflusso di clienti era garantito».

Ma a Skiarea non è piaciuta nemmeno la parte in cui il sindaco ha sottolineato l’impegno dell’amministrazione nei confronti della società e delle sue esigenze: «Voglio precisare – continua Caniato – che il contributo per il trasporto neve erogato dal Comune è stati pari a 5 mila euro per il 2015. Lo stesso anno Skiarea ha erogato contributi anche superiori per la battitura delle piste da fondo e il downhill per le biciclette. Da allora Skiarea non ha più ricevuto alcun contributo dal Comune di Madesimo. Francamente non ci aspettavamo tali critiche da parte del sindaco».

«Se il signor Masanti ha rimostranze da fare - conclude - il luogo per farle è il consiglio di amministrazione, e questo lo sa benissimo». Evidentemente il consiglio comunale non viene ritenuto una sede adatta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA