Commercio, Rovagnati presidente  «A Morbegno voglia di rinascere»
Il direttivo dell’Unione commercio di Morbegno e, a sinistra, la presidente provinciale Loretta Credaro

Commercio, Rovagnati presidente

«A Morbegno voglia di rinascere»

Fernando Peretti ora nel ruolo di vicario e Fiorella Del Barba vicepresidente. Tra gli obiettivi avviare un dialogo con l’amministrazione Gavazzi su turismo e parcheggi.

Mario Rovagnati è il nuovo presidente dell’Unione commercio mandamentale. Martedì sera nella sala della Banca Popolare di Sondrio l’assemblea dei soci, chiamata a rinnovare le cariche per il quinquennio 2019-2023, ha scelto Rovagnati, già in passato presente nell’attività di rappresentanza dell’Unione in vari incarichi, che sarà coadiuvato da Fernando Peretti, presidente mandamentale uscente, e da Fiorella Del Barba, già in consiglio, eletti rispettivamente vicepresidente vicario e vicepresidente.

Accanto al presidente e ai due vicepresidenti, il direttivo è risultato composto di altri nove membri: i confermati Rita Gherbi, Ezio Gusmeroli e Linda Rossi, e i neoeletti Giovanni Bordoni, Laura Gambetta, Marta Leali, Cristina Tarabini, Marco Tarabini e Guglielmo Zuccoli. Dunque, un consiglio per quasi due terzi completamente rinnovato. «Avevo deciso - afferma il vicepresidente vicario Fernando Peretti - di non ricandidarmi alla carica di presidente e di lasciare spazio a nuove energie, pur continuando a offrire il mio impegno all’interno dell’associazione. Ringrazio il direttivo uscente per l’impegno profuso negli ultimi cinque anni».

Il neo presidente ha subito delineato il quadro in cui l’associazione si muoverà. «È evidente che oggi Morbegno sta attraversando un momento difficile - continua Rovagnati - e che non ricopre più il ruolo di polo attrattivo che aveva venticinque anni fa. Lo spostamento del baricentro commerciale a Piantedo, il calo demografico le cui conseguenze si avvertono soprattutto nel centro storico che comincia a dare segni di desertificazione, i cambiamenti della viabilità con la nuova tangenziale, sono tutti fattori che hanno determinato la situazione attuale».

Tra le problematiche più urgenti, elencate da Rovagnati, anche la questione dei parcheggi, che a Morbegno non è stata ancora risolta. «Pertanto - ha detto - auspichiamo che la nuova amministrazione trovi l’accordo per la loro realizzazione. La presenza dei servizi, in primis i parcheggi, è la condizione necessaria per riqualificare e rivitalizzare il centro storico. I parcheggi sono indispensabili sia per gli operatori economici sia per i residenti sia per ripopolare il cuore della città. Su questo argomento e le altre già accennate priorità, noi commercianti cercheremo di instaurare un dialogo con la nuova amministrazione, la Pro loco e i due consorzi. Abbiamo bisogno di fare sinergia, di collaborare per perseguire un unico intento: proporre iniziative e progetti per la città e chi ci vive e vi opera».

I commercianti vogliono lavorare all’obiettivo di ridare a Morbegno la funzione di polo trainante del comprensorio, creando una rete di rapporti che colleghi Morbegno con le attrattive delle valli e dei paesi del Mandamento e cercando, in questo modo, di catturare l’attenzione dei turisti del lago di Como. «Auspichiamo una positiva collaborazione con la nuova amministrazione Gavazzi. L’intenzione è quella di instaurare fin da subito un dialogo».

Un auspicio che martedì sera è stato subito raccolto. Infatti a seguire i lavori dell’assemblea oltre alla presidente provinciale Loretta Credaro, è intervenuto anche il nuovo sindaco di Morbegno, Alberto Gavazzi, che ha portato i suoi saluti e ha manifestato segnali di apertura al confronto da parte della neo insediata amministrazione comunale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA