Come padre Nobili: «Diamo dell’Africa  immagini diverse»
Nobil, Rosemarie, Fermi, Mozzi, Venosta, Procaccini e Cederna

Come padre Nobili: «Diamo dell’Africa

immagini diverse»

Sondrio, la mostra fotografica sarà visitabile fino al 27 maggio a palazzo Muzio.

Sulle orme di padre Gianni Nobili, un racconto dell’Africa diverso dall’immagine a cui spesso siamo abituati. Si intitola “I fiori più belli dell’Africa” la mostra fotografica inaugurata nella sala Ligari della Provincia, un’iniziativa organizzata dell’associazione italo-burundese “Dukorere hamwe – Lavoriamo insieme” per ricordare il missionario comboniano sondriese scomparso l’anno scorso in Uganda, insignito nel 2015 del Ligari d’argento del Comune. Proprio padre Nobili è uno degli autori delle foto esposte a palazzo Muzio, insieme a Tonino Procaccini, e l’idea di una mostra di questo tipo «è stata fortemente voluta da padre Gianni, per dare un’immagine dell’Africa diversa da come viene solitamente rappresentata dai mass media», spiega Fides Marzi Hatungimana, presidente di Dukorere hamwe.

All’inaugurazione hanno preso parte il vicario episcopale monsignor Corrado Necchi e Fausto Gusmeroli, docente di Agroecologia dell’Università statale di Milano, insieme al vicepresidente della onlus Giancarlo Speziale e Procaccini, che ha raccontato la nascita della mostra: un’iniziativa itinerante, perché Dukorere hamwe (in collaborazione con “Pane spezzato”) vuole portare a più persone possibile il messaggio di “I fiori più belli dell’Africa” e il ricordo di padre Nobili. L’esposizione sarà aperta fino al 27 maggio, da lunedì a sabato, dalle 10 alle 12 e dalle 15,30 alle 18,30, nella sala al pianterreno di palazzo Muzio, con ingresso libero.


© RIPRODUZIONE RISERVATA