Coltello in tasca e furti a Sondrio  Denunciati tre romeni
I controlli del territorio da parte della Polizia

Coltello in tasca e furti a Sondrio

Denunciati tre romeni

Verifiche in corso anche per altri due individui sorpresi a fotografare le villette in periferia.

Furti di biciclette, droga e coltelli in tasca. E ancora, persone sospette sottoposte a controllo.

Giornate piuttosto intense, queste, per gli uomini della Questura di Sondrio impegnate nella lotta alla cosiddetta criminalità diffusa. Il primo caso risale all’altra sera quando un giovane di 22 anni di cittadinanza romena è stato fermato alla stazione del capoluogo per un normale controllo ed è risultato avere diversi precedenti penali. Per questo i controlli si sono fatti più serrati. È così che si è scoperto che il giovane aveva in tasca un coltello a serramanico dalla lama di 16 centimetri e 5 grammi di marijuana. A suo carico sono scattate così la denuncia penale per porto abusivo di arma e la sanzione amministrativa per la violazione della normativa in materia di detenzione di sostanze stupefacenti. Per questo motivo sarà anche segnalato alla Prefettura.

Non è finita. A suo carico il questore emetterà il provvedimento amministrativo del foglio di via obbligatorio con il contestuale divieto di ritorno nel Comune di Sondrio. Poche ore dopo, alle 4 del mattino di ieri, gli agenti della Squadra Volante della hanno sorpreso due uomini di 45 e 19 anni, anche in questo caso romeni, entrambi residenti in città, intenti a rubare una bicicletta legata a una rastrelliera nella zona di via delle Prese.

Altri due individui sospetti, sorpresi a fotografare con il telefonino le villette di via Nani e delle zone periferiche e più tranquille della città, sono stati individuati da una pattuglia della Volante su segnalazione di alcuni cittadini. Anche in questo caso si parla di persone dall’accento est europeo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA