Colpito alla gamba da un proiettile  Grave un cacciatore
Per soccorrere il ferito è stato impiegato l’elicottero

Colpito alla gamba da un proiettile

Grave un cacciatore

Denunciato l’amico per lesioni colpose . Il colpo, partito per sbaglio, lo ha centrato in pieno. Portato in elicottero a Bergamo, è in prognosi riservata

Era uscito di casa di buon’ora per una battuta di caccia agli ungulati assieme a un amico più esperto. Poco dopo le 10 però si è ritrovato in un letto dell’ospedale Papa Giovanni di Bergamo in gravi condizioni per la ferita di un proiettile.

In base ai primi accertamenti, il proiettile sarebbe partito per sbaglio proprio dal fucile dell’amico, che adesso deve rispondere dell’accusa di lesioni gravi colpose. Tutto è successo una manciata di minuti prima delle 9 nei boschi sui monti che sovrastano l’abitato di Caspoggio. Vittima di quello che è stato rubricato come un incidente di caccia è un ragazzo del posto di 21 anni. L’amico che era con lui, sempre della zona, ha qualche anno di più.

Cacciatori di una certa esperienza che oltretutto rispettano le regole, secondo gli inquirenti che stanno svolgendo tutti gli accertamenti necessari per sciogliere ogni possibile dubbio su come siano andate le cose.

Un’imprudenza, secondo le accuse formulate nell’immediatezza dei fatti dai carabinieri di Chiesa che indagano sull’accaduto. Subito dopo che è partito il colpo e il giovane malenco si è trovato ferito a una coscia: i due hanno chiamato il 118 e chiesto aiuto, segnalando la propria posizione sulle montagne della zona di Caspoggio. Sul posto, vista anche la dinamica potenzialmente letale dell’incidente, è stato subito inviato anche l’elicottero.


© RIPRODUZIONE RISERVATA