Colori, note, giochi: idee di Ferragosto. La festa è assicurata

Colori, note, giochi: idee di Ferragosto. La festa è assicurata

Tra oggi e domani tanti eventi in Valle. Cepina si tinge di blu, a Valdidentro la notte sarà viola. Laser show a Livigno e... trapunte infernali a Lanzada

Ferragosto multicolor per chi decide di trascorrerlo in Valle. E ce n’è davvero per tutti i gusti.
Lungo le vie di Cepina, la notte si colora di blu a Valdisotto, musica e magia dalle 17 all’una tra artisti di strada, musica, degustazione di prodotti tipici, mercatino degli hobbisti e molto altro, protagonisti della “Notte blu”.
Spostandosi a Valdidentro giovedì 16 agosto c’è la “Notte viola”: dal centro sportivo di Isolaccia fino al Polifunzionale Rasin, un percorso ricco di intrattenimento e animazione per grandi e piccini, con specialità tipiche locali, animazione, artisti di strada, negozi aperti, musica country & live music, discoteca all’aperto per concludere con uno spettacolo pirotecnico di tutti i colori.
Sempre in alta quota, nel Piccolo Tibet, a farla da padrone sono le luci nella notte di Ferragosto, quando a Livigno la spettacolo è assicurato con il “Laser Show”, una suggestiva rappresentazione che prende spunto dalle guerre di Valtellina del 1600, quando la valle venne messa a ferro e fuoco dalla violenza delle battaglie.
L’appuntamento è alle 22 per uno show che sarà visibile da tutto il paese, allestito nella zona del parcheggio del Mottolino.
Per chi invece predilige atmosfere d’altri tempi la meta potrebbe essere Albaredo per San Marco, che celebra il patrono San Rocco con una serie di eventi: al PoliAlbaredo dalle 19 a Ferragosto pizzoccheri e sciat, seguiti da musica e balli con l’orchestra Valtellina Live Band e, a mezzanotte, in piazza S. Marco da non perdere il grande falò celtico - orobico con la distribuzione dell’antica bevanda celtica idromele e l’incendio della “Végia Gòsa”, ovvero la donna dell’Homo Selvadego.
Si prosegue domani: dopo la Santa Messa delle 9,45, gioco della pentolaccia per i bambini alle 11,15. Si pranza con prodotti tipici e dalle 14 grande sfida del tiro alla fune maschile e femminile, oltre all’esibizione dell’associazione Spettacolo senza Mura: giocolieri, arcieri, esibizioni di fuoco, bolle di sapone, musiche e tanto altro ancora.
Chi ha “fame” di cultura potrà approfittare della proposta in programma a Lanzada, dove nel palazzo delle scuole il 16 agosto l’associazione Ago e filo di N.O.E. espone la collezione “Infernus: lasciate ogni speranza voi che quiltate” - quilt è il termine inglese per trapunta -, lavori ispirati ai canti e alle descrizioni dell’Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri.
Ognuna delle partecipanti alla mostra ha interpretato e rappresentato un girone infernale, dove il tema, i soggetti, l’importanza che la Divina Commedia ha per l’Italia sono state motivo di ampio confronto tra le partecipanti.
Il lavoro è stato corale, ogni quilt rappresenta un girone, una scena, un personaggio, la pena subita dai dannati e partendo dalla selva ci accompagnano in un viaggio alla scoperta dell’immaginario infernale dantesco fino a raggiungere Lucifero al centro della terra. Oltre alla collezione “Infernus” verranno esposti lavori delle quilters del Belgio, ospiti per la prima volta a Lanzada. Una mostra che è visitabile dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 19.
Anche la musica è protagonista nel Ferragosto valtellinese: LeAltreNote Festival 2017 fa tappa mercoledì 16 agosto alle 21 alla Santa Casa di Tresivio, suggestiva cornice del concerto “West meets East” a cura del duo con Trey Lee al violino e Gianpaolo Peloso al violoncello, che sulle sette note esplorano il tema dell’incontro tra il mondo orientale e quello occidentale, concerto che sarà riproposto a Bormio il 17 e a Livigno il 18 agosto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA