Colorate e accoglienti, aule rinnovate alla scuola d’infanzia di via Vanoni a Sondrio
In totale sono stati investiti 440mila euro

Colorate e accoglienti, aule rinnovate alla scuola d’infanzia di via Vanoni a Sondrio

La scuola dell’infanzia si tinge d’arancione. Il Comune ha presentato i lavori per renderla più sicura.

La scuola dell’infanzia di via Vanoni si tinge d’arancione. Questo è il colore che, oggi al rientro in aula, accoglierà - con non poco stupore - i 64 alunni del plesso che dipende dall’istituto comprensivo “Paesi orobici” di Sondrio, reduce da una sapiente opera di restyling riassumibile in quattro parole: accogliente, funzionale, colorata, ma soprattutto sicura. Ancor più di quanto lo fosse già prima, grazie ai lavori voluti dal Comune e presentati ieri dagli assessori ai Lavori Pubblici e all’Istruzione, Andrea Massera e Marcella Fratta, affiancati dalla dirigente Maria Pia Mollura e dallo staff docenti coordinati dalla responsabile della materna Enza Giumelli.

Più che soddisfatta la preside: «È stato fatto davvero un bel lavoro: appena rientrata dalle ferie sono rimasta colpita da questa opera, tra l’altro consegnata con estrema puntualità. Di questo ringrazio l’amministrazione» ha voluto puntualizzare Mollura, anticipando un prossimo rinnovo dell’arredamento. Con il sostegno del Comune saranno sostituiti alcuni pezzi, oltre che arricchito il salone con nuovi giochi. In totale sono stati investiti 440mila euro, « l’entità dei lavori realizzati dalla Mida Impianti, coperti interamente con fondi comunali» ha snocciolato dati l’assessore Massera entrando nel dettaglio degli interventi sull’edificio costruito a metà degli anni ’70.

«L’edilizia scolastica a nostro avviso e da tempo a Sondrio è una priorità - ha voluto premettere -: i lavori sono iniziati ad aprile, rispettando i tempi di consegna sotto la direzione dell’architetto Sabina Baldini».

Già all’entrata – sul lato sud, da via Gianoli - impossibile non accorgersi «della nuova rampa per disabili, che prima non esisteva, utile anche per le mamme che accompagnano i bambini con i passeggini - ha detto Massera -. Ex-novo è stato realizzato il bagno per disabili. Sono stati sostituiti gli infissi interni ed esterni, tutti a norma, e sostituite gran parte delle vetrate», mentre quelle non cambiate sono state “pellicolate” «per garantire la massima sicurezza».

Nuovo anche il pavimento delle aule e del salone in linoleum: «Sono stati integralmente rifatti gli impianti elettrici e ogni spazio è stato dotato di illuminazione a led» con la luminosità all’interno delle tre aule che è modulabile, in base alle esigenze. Inoltre ogni classe è stata allarmata e dotata di tapparelle frangisole elettriche, mandando definitivamente in soffitta le ormai obsolete persiane interne a manovella. «È una bellissima scuola, accogliente, con spazi ampi, luminosi e sicuri. Una scuola inclusiva con questa nuova rampa d’entrata. Perfetta la scelta dell’arancione, che infonde calore» la sottolineatura di Fratta. «Fondamentale la scelta dei colori - ha posto l’accento Mollura -, poiché l’ambiente e l’atmosfera che si respira sono importanti per il benessere in aula e per l’apprendimento dei bambini».

Oltre alla didattica diciamo tradizionale, l’offerta formativa alla scuola dell’infanzia di via Vanoni fa rima con sport, musica e lingue straniere: «Anche quest’anno proseguiremo con i nostri progetti – ha spiegato Giumelli -: l’inglese per i bambini di cinque anni, nuoto per quelli di quattro, raccogliendo le offerte che arrivano dal territorio». Come ad esempio la partecipazione alle attività del Sondrio Festival, del museo, la collaborazione con la biblioteca e con il Coni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA