Colico, i mulini da riscoprire a Villatico

Due giornate dedicate alle tradizioni

Maufet, Seregni e del Secrista con la Latteria

saranno aperti ai visitatori dopo il lungo restauro

Un itinerario di due chilometri lungo il percorso d’acqua

Colico, i mulini da riscoprire a Villatico Due giornate dedicate alle tradizioni
Il vecchio mulino a Villatico, visitabile sabato e domenica
(Foto di Foto sandonini)

I molini Maufet, Seregni e del Secrista con la Latteria di Villatico per la prima volta insieme, aderiscono alle due Giornate europee dedicate ai mulini storici, patrocinate dall’Aiams (Associazione italiana amici dei mulini storici) sul territorio italiano con la manifestazione “Villatico ed i suoi antichi mulini” di sabato e domenica prossimi.

Forse in pochi sanno che lungo l’antica roggia Molinaria di Colico, a partire dalla fine del 1200 sorgeva un complesso di almeno undici mulini quasi tutti allineati su di essa ed in grado di attingervi.

Una memoria storica importante che, a partire dal restauro del Molino Maufet iniziato circa un anno e mezzo fa, ha sollecitato e rianimato i ricordi del borgo circondato dalle maestose montagne e permeato da un passato dalle “radici antiche”.

«L’occasione delle Giornate europee permette di riscoprire uno spaccato di settecento anni di storia, la realtà artigianale e rurale di Villatico, legata a doppio filo con i suoi torrenti e lo sfruttamento sostenibile delle sue acque. - dice Lorenzo Bettiga - La passeggiata a ritroso sulle tracce degli ultimi mulini idraulici su un percorso di due chilometri lungo l’antico percorso d’acqua suggerisce la presenza di questi manufatti che, dal Medioevo fino ad epoche più recenti furono le macchine più utilizzate nelle attività produttive della frazione. La presenza di ruote tutte verticali evidenzia in modo chiaro e preciso la collocazione storica».

Dalle 9 alle 20 di sabato 19 e domenica 20 si potranno visitare i mulini e mostre allestite in essi, fare degustazioni di prodotti tipici o assistere a dimostrazioni e racconti ma anche acquistare prodotti locali.

Domenica è anche la festa patronale di San Bernardino e ci saranno visite guidate alla chiesa, una mostra di abiti sacri e sui mulini, la tradizionale fiera ed una rievocazione storica itinerante con il gruppo “El tercio de Santo Charole”. Un tuffo nel passato lungo un weekend.

© RIPRODUZIONE RISERVATA