«Cittadini di nuovo al buio»  L’opposizione punta il dito
L’intervento ai lampioni di via Vittorio fatto lo scorso marzo

«Cittadini di nuovo al buio»

L’opposizione punta il dito

CalolziocorteIl capogruppo Colosimo contesta i lavori fatti agli impianti

«Nonostante le promesse dell’amministrazione il problema non è risolto»

«Nonostante le promesse dell’amministrazione di risolvere in breve tempo il problema dell’illuminazione pubblica, i cittadini si ritrovano in questi giorni di nuovo al buio. E le cose non cambieranno fino a quando non si effettuerà l’intervento necessario, che non è tra quelli in corso».

«Si scaricano le responsabilità»

Sui problemi agli impianti che si continuano a manifestare nonostante lo stato di avanzamento dell’operazione di riqualificazione della stessa rete, Diego Colosimo (capogruppo di Cambia Calolzio in consiglio) attacca il Comune, reo secondo lui «scaricare le responsabilità sulla ditta che ha in gestione la manutenzione degli impianti».

«I calolziesi devono sapere che i lavori di riqualificazione dell’illuminazione pubblica, portati avanti dalla precedente amministrazione e continuati sotto l’attuale giunta Ghezzi, non potranno mai risolvere definitivamente il problema – ha affermato Colosimo - in quanto gli interventi si sono limitati alla sostituzione delle lampade, alla messa a norma di qualche quadro elettrico, non intervenendo sostanzialmente nella sostituzione dei tanti migliaia di metri di cavi elettrici interrati».

Visto che i problemi non si stanno risolvendo, e che secondo lui sono destati a continuare, ecco dunque che il consigliere di opposizione ha deciso di «chiarire definitivamente, al di là delle responsabilità delle ditta concessionaria, quali sono i problemi che stanno alla base di questi blackout dell’illuminazione al fine di mettere in campo eventuali interventi straordinari non preventivati».

«Rimane il rammarico»

Problemi che, dichiara, non riguardano lampade e quadri elettrici, ma soprattutto i cavidotti sotterranei, perché dovrebbe trattarsi dell’usura dei cavi interrati, che causano dispersione elettrica. In questo senso, dunque, secondo il rappresentante del gruppo civico, si dovrebbe operare per sostituire questa parte dell’impianto, ormai ammalo rata.

«Rimane il rammarico – conclude Colosimo - di vedere, nonostante l’investimento di centinaia di migliaia di euro, che nulla è cambiato in sette mesi di Giunta Ghezzi nonostante i proclami elettorali di risolvere il problema nel minor tempo possibile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA