«Città Alpina, occasione prestigiosa»
Il gruppo di protagonisti della presentazione di “Morbegno Città Alpina” svoltasi ieri nella sede della Regione Lombardia a Milano

«Città Alpina, occasione prestigiosa»

Ieri in Regione presentate le attività legate al conferimento dell’importante riconoscimento per Morbegno. Il presidente Fontana: «Opportunità da cogliere non solo per la città, ma per l’intera provincia di Sondrio».

“Morbegno Città Alpina” si presenta e lo fa al palazzo della Regione, dove ieri mattina la delegazione guidata dal sindaco Andrea Ruggeri è stata accolta dal presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana. Lo scorso novembre a Villach in Austria, Morbegno è stata insignita del titolo di “Città alpina dell’anno” per il 2019. Ieri a palazzo Pirelli, alla presenza delle autorità regionali e locali, sono state illustrate le attività conseguenti al conferimento del titolo e le iniziative che a partire dal seminario “Next Stop Morbegno” previsto venerdì e sabato si protrarranno fino alla primavera del 2020.

L’incontro si è aperto con le congratulazioni del presidente Fontana, che ha sottolineato l’«efficacia delle sinergie di cui i territori della Lombardia sono capaci, che li rendono competitivi e vincenti su ogni fronte» e ha incoraggiato gli amministratori a sfruttare al meglio un’occasione «così prestigiosa non solo per Morbegno, ma per la Valtellina e l’intera provincia di Sondrio».

Hanno preso parte all’incontro il sottosegretario alla presidenza di Regione Lombardia, Fabrizio Turba, le consigliere regionali Gigliola Spelzini (presidente della Commissione speciale Montagna) e Simona Pedrazzi, il sindaco di Morbegno Andrea Ruggeri, l’assessore provinciale Franco Angelini, il presidente del Consorzio Bim Alan Vaninetti e il coordinatore del progetto “Morbegno Città alpina dell’anno” Oscar Del Barba.

«Mi riempie di orgoglio che una città lombarda abbia “strappato” il primato di “Città Alpina dell’anno” a Bressanone - ha commentato il sottosegretario Turba -, perché significa che anche i nostri territori sanno distinguersi per eccellenze e qualità. Questo accade ancora meglio quando si riesce a fare sistema, anche tra istituzioni e in questo caso è un merito del sindaco, dell’amministrazione comunale e di tutta la comunità di Morbegno a cui va riconosciuto anche il merito di aver saputo guadagnarsi questo riconoscimento a dispetto di una disparità di risorse economiche col territorio di una Regione a Statuto Speciale, perché sappiamo che quando ci sono risorse economiche disponibili, è tutto meno faticoso ed è la ragione per cui anche la Lombardia, grazie all’azione del presidente Fontana, sta cercando di ottenere maggiore autonomia».

Sono numerosi i progetti in programma, così come i convegni e le conferenze ispirati a cinque obiettivi guida: rafforzare la coscienza alpina; coinvolgere la popolazione; consolidare i ponti con la regione e il territorio circostante; configurare in modo sostenibile il futuro della città; sviluppare la collaborazione. In conseguenza del titolo infatti, la città farà molti investimenti legati allo sviluppo e alla valorizzazione del turismo, della vivibilità urbana (cablaggio telematico con fibra ottica) e delle nuove fonti energetiche (illuminazione a led).

© RIPRODUZIONE RISERVATA