Cinghiali, due incidenti in 10 minuti  Prima la figlia e poi il papà: che jella

Cinghiali, due incidenti in 10 minuti

Prima la figlia e poi il papà: che jella

Uggiate Trevano, solo sfiorata una vettura, danneggiata l’altra

Nel giro di dieci minuti padre e figlia si scontrano con un cinghiale, stessa strada, ma animale diverso si suppone. Per entrambi un grosso spavento, ma nessuna conseguenza fisica: danni, invece, soprattutto per l’auto dell’uomo.

Ha dell’incredibile quanto successo a inizio settimana a due frontalieri in Val Mulini.

Lunedì mattina poco prima delle 8, una alla guida della sua Fiat Panda da Trevano inferiore si stava dirigendo verso Ronago per andare a lavorare in Svizzera, quando poco dopo la fattoria Lambrughi, sulla sinistra c’è una riva, che un cinghiale ha prima saltato per poi attraversare la strada incurante delle macchine che sopraggiungevano.

Da lì a dieci minuti anche il padre , è transitato con la sua Fiat Punto lungo lo stesso tratto di strada percorso poco prima dalla figlia. E qui ha centrato un altro cinghiale che gli ha danneggiato l’auto. Ha raccontato di aver visto come un’ombra che gli ha attraversato la strada, un cinghiale, che dopo l’urto è scappato verso il prato .

La vicenda ripropone la pericolosità dei cinghiali sulle strade della zona. Un motociclista di Binago è ancora in ospedale dopo che nei giorni scorsi si era scontrato in moto con un cinghiale a Casteluovo Bozzente riportando gravi fratture.


© RIPRODUZIONE RISERVATA