Ci siamo, l’area Sapio sarà rimessa a nuovo
L’area di via Prà Magno sarà completamente trasformata

Ci siamo, l’area Sapio sarà rimessa a nuovo

MandelloArrivato il via libera della Sovrintendenza, pronta la documentazione per un bando da 400mila euro

I vecchi magazzini diventeranno una sala polifunzionale alta sei metri. Ci sarà lo spazio per una palestra di roccia

Ci sono voluti mesi per avere il via libera dalla Sovrintendenza, ma ora è arrivato il consenso, e la riqualificazione dell’area Sapio di via Prà Magno così è in rampa di lancio.

«È pronta tutta la documentazione per avviare il bando di gara, 400 mila euro l’importo, che verrà messo a punto dalla Sua, la stazione unica appaltante dell’Amministrazione provinciale, per il lotto di lavori che riguarda i vecchi magazzini che erano usati come deposito dal Comune - spiega l’assessore ai lavori pubblici Andrea Tagliaferri -. Verranno trasformati in una grande sala polifunzionale da 150 metri quadrati e considerato che la struttura è alta sei metri verrà creato lo spazio per la palestra di roccia».

L’offerta

Questa palestra di roccia andrà così ad aggiungersi all’offerta sportiva già presente in paese, con la polisportiva, la Canottieri Moto Guzzi, la Lega navale e le altre associazioni.

La vecchia sede del Soccorso degli alpini di Prà Magno, ormai dismessa da decenni e in pessime condizioni, limitrofa all’ex magazzino comunale, verrà invece trasformata «in locali accessori, vale a dire spogliatoi, bagni, e nella parte sopra ci sarà una sala convegni - prosegue l’assessore Tagliaferri -. I lavori per questa prima parte del grande progetto di riqualificazione dell’ex area Sapio verranno appaltati nei prossimi mesi, e comunque entro fine anno».

L’intervento di riqualificazione dell’intera zona, con la trasformazione dell’ex azienda e dei fabbricati comunali che si aprono nello spazio interno, prevede la creazione di una cittadella dello sport.

Nei mesi scorsi il Comune aveva spostato i suoi magazzini dall’area interna a quella dell’ex fabbrica, e in una parte dello spazio sono stati portati anche i mezzi della protezione civile.

Condizioni fatiscenti

«I fabbricati nella parte interna, che nei decenni scorsi erano la sede del Soccorso degli alpini, sono ormai in condizioni fatiscenti e saranno i primi ad essere interessati dal lavoro di riqualificazione», prosegue l’assessore Tagliaferri.

Nei prossimi anni l’ex Sapio è destinata a diventare una cittadella dello sport, con la palestra di arrampicata, le sale polivalenti, le sedi delle varie associazioni sportive che troveranno sede qui.

Complessivamente si parla di un intervento da 3 milioni di euro, diviso in più lotti di lavoro, che verranno completati nel corso dei prossimi quattro anni. Verrà creato anche un posteggio interrato sotto la palestra, con una cinquantina di posti che andranno ad implementare quelli scoperti quantificati in una trentina.

La nuova struttura manterrà le fattezza della vecchia fabbrica per non stravolgere il contesto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA