Ci siamo, è il primo giorno di esami  Alla maturità c’è il “maxi colloquio”
Sarà un esame molto diverso, senza prove scritte

Ci siamo, è il primo giorno di esami

Alla maturità c’è il “maxi colloquio”

Attesa finita Sono 1.364 gli studenti coinvolti in tutta la provincia, 36 le commissioni

Sondrio

Ce la si gioca in sessanta minuti. Cercando di dare il meglio. Poi è tutto finito.

Cinque anni di scuola superiore ai tempi del coronavirus finiscono così. Con un “maxi-colloquio” di un’ora o poco più con cui oggi inizia ufficialmente l’esame di Stato 2020.

Alle 8,30 scatta l’ora x: a varcare la soglia del loro istituto saranno i primi dei 1.364 maturandi coinvolti in provincia. Indicativamente quattro i candidati che nel corso di ogni mattinata saranno interrogati e valutati dalle 36 commissioni coordinate da altrettanti presidenti che operano in 72 classi quinte da Bormio a Chiavenna.

Una maturità, la cui veste definitiva è stata ufficializzata solo un mese fa con l’ordinanza del ministero dell’Istruzione datata 16 maggio a causa delle incertezze dovute allo scenario epidemiologico e alle relative misure da adottare.

La curiosità è tanta e ci si chiede come sarà questo esame dalla formula del tutto inedita?

Lo scopriranno quelli che oggi rispondono all’appello e che hanno saputo (solo) nel tardo pomeriggio di lunedì, quale è stata la lettera estratta in ciascuna commissione per decidere chi è il primo per ogni classe ad affrontare la prova.


© RIPRODUZIONE RISERVATA