Chiusa di notte per la nevicata la statale del Foscagno
Le squadre Anas sono ininterrottamente al lavoro lungo la tratta per le attività di sgombero neve, foto archivio

Chiusa di notte per la nevicata la statale del Foscagno

È stata una nevicata primaverile insolita e abbondante quella osservata ieri in Alta Valle, dove non sono mancati i disagi per chi si è trovato a transitare lungo le strade.

Ieri sera dalle 22 Livigno è rimasta isolata, vista la chiusura inevitabile della statale 301 del Foscagno. È stata una nevicata primaverile insolita e abbondante quella osservata ieri in Alta Valle, dove non sono mancati i disagi per chi si è trovato a transitare lungo le strade.

La prima comunicazione da parte di Anas è arrivata alle 14,44, quando per il distacco di una piccola slavina in località La Foppa in Valdidentro si decideva di chiudere la strada del Foscagno in via precauzionale, per riaprirla alle 19. Così è accaduto, permettendo al vasto traffico accumulato in quelle ore di poter finalmente defluire.

Alle 22 però una nuova chiusura fino alle 6 di questa mattina disposta sempre da Anas dal km 15,750 in località Arnoga “Albergo Viola” nel territorio del Comune di Valdidentro fino al km 26,500 in località Campacc-negozio “da Bice Passera” nel territorio comunale di Livigno.

Se le condizioni meteorologiche lo permetteranno, oggi la strada sarà riaperta. Ieri al Foscagno si sono registrati 75, 80 centimetri di neve, a Livigno in zona San Rocco erano 45.

La chiusura del passo del Forno ha reso impraticabile la strada per la Svizzera, lasciando Livigno isolata dalle 22 di ieri sera.

Proseguono da questa notte le attività di Anas per fronteggiare l’emergenza maltempo che sta interessando la regione con nevicate abbondanti lungo le tratte di montagna. A causa del distacco di piccole slavine prossime alla sede stradale, la statale 301 “del Foscagno” è temporaneamente chiusa al traffico, in via precauzionale, nel tratto compreso tra il km 15,750 e il km 26,500, tra i comuni di Valdidentro e Livigno. Il provvedimento è stato condiviso con gli enti locali.

Le squadre Anas sono ininterrottamente al lavoro lungo la tratta per le attività di sgombero neve e il trattamento della sede stradale finalizzate alla riapertura in sicurezza della statale, prevista per le 19 di oggi salvo peggioramento delle condizioni meteo.

In tutta la Valtellina e la Valchiavenna si registra freddo e un forte calo delle temperature . In montagna è tornata la neve alle quote superiori a 1200-1500 metri e sul fondovalle piove. Chiuso anche il passo del Maloja (tra Maloja e Sils Maria), per il consueto problema del rischio slavine. Forti disagi per i frontalieri. Dopo giorni di prolungata siccità una “coda” dell’inverno con il pericolo valanghe che sulle Alpi Retiche è di nuovo all’indice 3 marcato su una scala europea di cinque gradini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA