Chiuro si tinge del verde di San Carlo
La contrada San Carlo, vincitrice dell’edizione 2017 del Palio (Foto by foto gianatti)

Chiuro si tinge del verde di San Carlo

Il Palio: la contrada è stata incoronata domenica regina della manifestazione tornata in strada dopo 20 anni. In quattro giorni sono state coinvolte più di 800 persone - Piacevolmente stupiti e soddisfatti gli organizzatori.

Chiuro si tinge di verde, colore della contrada San Carlo, che domenica è stata incoronata regina del palio delle contrade, che ha coinvolto in quattro giorni più di 800 persone. Giovani e meno giovani, bambini e anziani, uomini e donne, da giovedì sera fino all’altro ieri si sono sfidati no stop in una serie di prove e match sportivi, richiamando un numerosissimo pubblico con un tifo davvero stadio.

Dal campo di atletica alla palestra comunale, dal campo sportivo della frazione di Castionetto al centro storico, ovunque è stato un risuonare di trombe, campanacci, fischietti e tutto ciò che potesse fare baccano per sostenere la propria contrada. Con massima soddisfazione della Pro loco e del Comune, che hanno avuto l’idea di ritirare fuori dal cassetto la kermesse, che non si disputava più da vent’anni, dal 1997, quando a vincerlo fu la contrada Puntesel.

«Il vero vincitore è stato il paese» assicura una più che entusiasta Donatella Moretti, presidente della Pro loco che ringrazia «tutti quelli che hanno partecipato, i capi contrada che hanno coordinato le squadre, i tanti volontari che hanno dato una mano, senza i quali non sarebbe stato possibile organizzare questa quattro giorni che ci ha letteralmente sorpreso. Non ci aspettavamo numeri così alti». Alla camminata che si è disputata nella mattinata di domenica nel centro hanno gareggiato oltre 600 concorrenti di tutte le età. «È stato davvero bello vedere tutta Chiuro in movimento e colorata. Non è stato semplice organizzare, ha richiesto molta fatica, ma ci ha restituito tanta felicità e, lo ribadisco, è il paese che ha vinto, permettendoci di raggiungere il nostro obiettivo, che era quello di rafforzare i legami e coinvolgere la comunità intera divertendoci».

Al quarto posto con 112 punti la contrada “Orso”, che si è piazzata alle spalle di quella del “Torchio” - formata dagli abitanti nella frazione di Castionetto -, “medaglia d’argento” alla contrada “Puntesel”, e, sul podio con 155 punti, la contrada San Carlo, tra l’altro quella dove abita il sindaco Tiziano Maffezzini, che ha partecipato come giurato, volontario, ma anche come concorrente - ha disputato la staffetta -, e che si è visibilmente emozionato al momento della premiazione che si è tenuta al centro sportivo “La Colonia” domenica pomeriggio, quando all’occhio attento non sono sfuggiti una ventina di Puffi in carne ed ossa, tutti tinti di blu.

E non a caso, visto che erano uno dei tanti oggetti che ogni contrada doveva presentare in una delle tante prove. Tra questi, anche una fotografia di un nutrito numero di contradaioli chiusi dentro la gabbia dell’orso Ben, che grazie al palio ha vissuto un altro momento di gloria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA