Chiuro, aperto nel 1951 il negozio di Patty e Chicco va in pensione
Patrizia ed Enrico - per tutti Chicco - Sciani brindano alla pensione

Chiuro, aperto nel 1951 il negozio di Patty e Chicco va in pensione

A pochi passi dal municipio ha abbassato per l’ultima volta le serrande sabato sera l’alimentari Crai

C’è un negozio in meno da ieri nel centro storico di Chiuro. A pochi passi dal municipio ha abbassato per l’ultima volta le serrande sabato sera l’alimentari Crai di Enrico Sciani e della moglie Patrizia Scamozzi, che dopo anni di lavoro dietro al bancone si sono meritati la pensione. Una storia, quella dell’attività commerciale al civico 4 di corso Maurizio Quadrio, iniziata nel 1951, grazie all’intraprendenza di Emilio e Antonietta Sciani (genitori di Enrico, per tutti Chicco in paese).

Da allora sono passati 68 anni: «Un pezzo di storia che se ne va, di cui bisogna ringraziare prima Emilio e sua moglie Antonietta, ora Chicco e Patty – ha detto il sindaco Tiziano Maffezzini -. Dopo tanti anni di lavoro, la meritata pensione è arrivata anche per loro, che si godranno il tempo libero dividendosi tra il ruolo di nonni e quello di esploratori del mondo con tanta passione ancora».

Certo, una serranda abbassata fa riflettere: «Resta il vuoto di quel negozio chiuso, che ha accompagnato un po’ di storia di tutti noi e del paese, e di quei racconti che si scambiano volentieri tra gli scaffali. Ma la vita prosegue, soprattutto per loro che potranno assaporarne ancor più il gusto. Intanto brindiamo insieme al traguardo raggiunto, consapevoli che li avremo sempre nel cuore» l’opinione del primo cittadino. Un punto di riferimento, nonché la bottega dove fare la spesa e scambiare due chiacchiere, ma non solo. Perché il market dei coniugi Sciani ha giocato un ruolo importante anche nell’ambito del sociale. Del volontariato, in particolare.

«Non dobbiamo dimenticare l’impegno che Patty e Chicco hanno sempre messo nel volontariato con attività importanti di solidarietà – ha posto l’accento Maffezzini -. Più volte in prima linea in attività di volontariato in Nepal a favore delle popolazione colpite dal terremoto, insieme al pilota di elicotteri Maurizio Folini» è stata la coppia, amante della montagna e del trekking, spesso proprio sulle montagne nepalesi più alte del mondo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA