Chiavenna, su via Volta arriva anche la telecamera
L’autovelox su via Volta, nel periodo in cui venne danneggiato

Chiavenna, su via Volta arriva anche la telecamera

Oltre all’autovelox, ora in riparazione, il Comune installerà anche l’ulteriore dispositivo.

Non solo tornerà l’autovelox, ma presto su via Volta arriverà anche un impianto di videosorveglianza. Una nuova telecamera per il lungo viale che dalla Provinciale Trivulzia si immette nell’abitato della città di Chiavenna. Questa la decisione dell’amministrazione comunale, che ha scelto di implementare la rete che monitora la città 24 ore su 24. Il tutto, come spiegato dalla determina di mercoledì scorso, per «garantire la sicurezza urbana a fronte di qualsiasi illecito amministrativo o penale». Il pensiero, naturalmente, non può che correre alla notte del 30 ottobre, quando una mano ancora ignota ha preso a fucilate il tanto discusso autovelox chiavennasco. Ovviamente non è solo questa la motivazione. La zona è densamente abitata, tanto che proprio una raccolta di firme tra la popolazione aveva spinto l’amministrazione a muoversi per cercare di ridurre la velocità dei mezzi in transito, e teatro in passato di numerosi episodi non proprio edificanti. Dai furti alle gare in automobile. Però è evidente che il legame con l’autovelox sia forte. L’impianto di rilevazione della velocità, costato oltre 6mila multe agli automobilisti da metà agosto alla fine di ottobre, ritornerà in funzione presto. Le ultime notizie dall’amministrazione comunale lo davano in funzione già per i giorni immediatamente precedenti al Natale. Si vuole evitare, insomma, che qualcuno lo danneggi ancora in futuro. Con il fucile o con altri metodi. E visto che la telecamera dell’autovelox è ovviamente puntato sulla strada occorre un impianto di tipo diverso. A quasi due mesi dall’episodio che tanto ha fatto discutere non c’è ancora un indagato. Le indagini sono in corso ma più passa il tempo e meno è probabile che si arrivi ad individuare il responsabile.

La spesa per le casse comunali per questo nuovo impianto, che coprirà gran parte del viale, è in ogni caso molto ridotta. Si parla di poco più di 4mila euro per installare la telecamera e connetterla alla rete che immagazzina i dati rendendoli visibili alle forze dell’ordine. Un po’ più di un decimo di quanto costerà installare il nuovo autovelox, pur coperto da assicurazione contro i vandalismi. L’altra videocamera del sistema di videosorveglianza chiavennasco presente nella zona è collocata sulla rotonda di largo Antonino Pio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA