Chiavenna, si barrica in casa  Ansia  e transenne per ore in via Quadrio
Paralizzata ieri pomeriggio un’intera via, quella che collega la Statale 37 a piazza Castello (Foto by lisignoli)

Chiavenna, si barrica in casa

Ansia e transenne per ore in via Quadrio

Allerta dopo la telefonata di una donna . L’uomo minacciava di compiere gesti inconsulti. Divieto di entrata e uscita anche per gli altri residenti

Ore di tensione ieri a Chiavenna. Per un intero pomeriggio si è temuto che la situazione potesse degenerare e finire nel peggiore dei modi. Verso le 15 è scattato l’allarme in via Maurizio Quadrio. A quanto pare è stata la chiamata di una donna a allertare il personale medico del 118 e le forze dell’ordine. Sul posto sono, infatti, intervenuti i Vigili del Fuoco della stazione di Mese, i Carabinieri da tutta la Valchiavenna e, naturalmente, l’ambulanza.

Un uomo si è barricato all’interno della propria abitazione, minacciando di compiere gesti inconsulti. Un dramma umano, insomma, che però ha tenuto in scacco le forze dell’ordine e un’intera via, quella che collega la Statale 37 a piazza Castello, per alcune ore. I Carabinieri hanno deciso di transennare la zona con il nastro bianco e rosso, per evitare l’assembramento di curiosi. Tanti, comunque, si sono accorti che qualcosa di grave stava accadendo. Se ne sono accorti soprattutto i non pochi abitanti del complesso residenziale direttamente coinvolto e della palazzina collocata a fianco e affacciata sullo stesso parcheggio. Per tutti il divieto di entrare e di uscire da casa è rimasto in vigore per un paio di ore, creando anche qualche comprensibile malumore.

Un momento di difficoltà per l’uomo che sarebbe rimasto strettamente privato se non avesse avuto conseguenze, e visibilità, per tutto il vicinato. Lo spiegamento di mezzi è stato notevole. I Carabinieri e il personale paramedico sono stati per lunghe ore posizionati nel vano scala dello stabile, occupando tutti i piani, in attesa che la situazione si sbloccasse. La “trattativa” si è protratta per ore, fino a quando l’uomo ha deciso che era venuto il momento di affidarsi alle cure del personale intervenuto sul posto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA