Chiavenna, ribaltone in Comunità montana
Il presidente Cinzia Capelli ha concluso la sua esperienza dopo quasi due anni

Chiavenna, ribaltone in Comunità montana

Completato in mattinata il ribaltone in Comunità Montana. Dopo meno di due anni si chiude l’esperienza del direttivo guidato da Cinzia Capelli e della sua maggioranza

Un solo fine settimana è bastato a rovesciare completamente la situazione. In mattinata è stata presentata la mozione di sfiducia, che sarà discussa nella prossima assemblea. Lo statuto della Comunità montana prevede la sfiducia costruttiva. Deve essere cioè pronta una nuova maggioranza di almeno sette componenti con l’indicazione della lista per l’elezione del direttivo e del nuovo presidente. La scelta è caduta sull’attuale capogruppo Flavio Oregioni. Il sindaco di Verceia sarà il nuovo presidente della Comunità Montana.

L’esperienza di Capelli era iniziata nell’estate 2014 con presupposti che parevano buoni sul fronte della tenuta. Una maggioranza costituita da tutti i sindaci della valle sembrava il viatico per la collaborazione e la stabilità. Dopo un anno, invece, è arrivato il distacco da parte del gruppo composto da Mese, Verceia, Piuro e Chiavenna.

Tutti i dettagli, le curiosità, i commenti su La Provincia di Sondrio in edicola il 1 giugno


© RIPRODUZIONE RISERVATA