Chiavenna, cronoprogramma dei lavori in città: il lungo Mera c’è
Il progetto di massima per la realizzazione della passerella

Chiavenna, cronoprogramma dei lavori in città: il lungo Mera c’è

Rifacimento del tetto della scuola, passerella sul fiume e frana Loreto le priorità del Comune.

Atteso per l’inizio dell’estate, ma probabilmente ci vorrà qualcosa di più, l’avvio dei lavori di realizzazione del lungo Mera che dalla zona dello stadio comunale arriverà fino al centro storico cittadino. Ultima versione per il piano delle opere pubbliche 2018 del Comune di Chiavenna quella approvata nei giorni scorsi dal consiglio comunale.

Un documento utile per capire la tempistica di alcuni interventi, anche se le indicazioni vanno sempre prese un po’ con le pinze. Per la passerella, che costerà circa 900 mila euro, siamo ancora al progetto preliminare. Ci vorrà ancora qualche mese, insomma, per vedere il cantiere aperto visti i tempi degli appalti. Il termine ultimo dei lavori è fissato a fine 2018, ma anche qui non è escluso un lieve slittamento dei tempi. Partiranno a fine anno i lavori, la parte riguardante il Comune, per la sistemazione della frana di Loreto con obiettivo completamento al terzo trimestre del 2019.

Il terzo intervento di quest’anno è la riqualificazione degli spazi ricreativi del parco di San Fedele. Intervento da mezzo milione che vedrà la luce, si parla di inizio lavori, a fine anno. Più probabile a inizio anno prossimo. Tempi certi, invece, per l’ultima grande opera. Ricevuto il finanziamento da Fondazione Cariplo, l’obiettivo per quanto riguarda il rifacimento della copertura della scuola primaria Pestalozzi, parzialmente crollata a dicembre, è solo uno: l’inizio del prossimo anno scolastico. L’intervento avrà un costo di 425 mila euro. Fine anno è anche l’orizzonte temporale del parcheggio di via Principe Amedeo.

Previsti su più esercizi, infine, gli interventi che partiranno quest’anno su Palazzo Vertemate, i lavori per il dissesto idrogeologico nella zona di Bette e la lottizzazione del ambito di trasformazione di via Per Uggia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA