Chiareggio, il posteggio è diventato blu
Alcune delle strisce blu a Chiareggio

Chiareggio, il posteggio è diventato blu

Niente ticket d’ingresso ma sosta a pagamento in alcune zone della località oltre a S. Giuseppe e Barchi. Il sindaco Petrella: «Misura presa di comune accordo con gli operatori del posto» - L’importo giornaliero è di 6 euro.

Sono stati introdotti sabato scorso e in Valmalenco resteranno in vigore fino a domenica 8 settembre. Stiamo parlando dei parcheggi a pagamento in alcune zone di San Giuseppe, Barchi e Chiareggio. «Una misura presa di comune accordo con gli operatori del posto - specifica il sindaco Renata Petrella -; anzi, la proposta è scaturita proprio da loro per evitare l’introduzione del ticket di ingresso».

L’8 maggio scorso, sulle colonne del nostro giornale, avevamo svelato l’intenzione, da parte dell’amministrazione comunale di Chiesa, di introdurre un ticket per le auto che in estate si fossero recate a Chiareggio. Furono giorni in cui divamparono numerose polemiche. Soprattutto gli operatori turistici di Chiareggio non presero bene la novità; chiesero e ottennero un incontro con il sindaco e nel giro di qualche settimana si giunse a una tregua: niente più ticket ma introduzione delle strisce blu, tutti d’accordo e discussione rimandata a settembre.

Nel frattempo, i parchimetri sono stati installati e venerdì scorso il Comune ha emesso un’ordinanza per introdurre la sosta a pagamento dal 6 luglio all’8 settembre, tutti i giorni e dalle 8 alle 20. La tariffa minima è di 50 centesimi per la durata di un’ora, la sosta minima è di un’ora, l’importo giornaliero è di 6 euro; l’incremento dell’importo giornaliero per i giorni successivi al primo è di 2 euro: «Ciò significa - spiega l’assessore a trasporti, viabilità e commercio Andrea Parolini - che chi dovesse sostare per tre giorni, pagherebbe un totale di 10 euro, 12 per quattro giorni e così via».

Sarà possibile effettuare il pagamento della sosta con monete da 5, 10, 20 e 50 centesimi oltre a quelle da uno e due euro; non è prevista la possibilità di utilizzare bancomat e carte di credito ma sarà possibile pagare la sosta tramite l’app Easy park. Sono stati predisposti parcheggi riservati per le persone con disabilità anche se, in ogni caso, sono esenti dal pagamento. I parcheggi sono diventati di colore blu appena prima della chiesetta di San Giuseppe (quelli successivi restano liberi), così come per quelli in zona Prati Pedrana, cioè quelli in prossimità della seggiovia di San Giuseppe.

Sosta a pagamento anche negli stalli del piazzale antistante il ristorante la Gusa - in località Barchi - oltre il quale l’accesso e la relativa sosta sono consentiti solo ai proprietari e agli affittuari di case, previo permesso da richiedere alla polizia locale di Chiesa -. A Chiareggio si paga la sosta in cinque dei sei piazzali che si trovano all’ingresso del paese, in tutti i parcheggi antistanti i prati dove solitamente i turisti si recano per osservare le marmotte (poco prima dell’hotel Genziana) e infine anche in quelli dopo la piazzetta principale di Chiareggio, a destra e a sinistra. Da lì in poi tutto resta come è sempre stato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA